Progettazione e Architettura

Edifici green in Trentino, al via il concorso privato per under 40

Francesca Oddo

Bando promosso dall'associazione architetti trentini e Impact Hub Rovereto. In palio 2mila euro e incarico, iscrizioni il 26 giugno

Per tutti i professionisti under 40 residenti nelle province di Trento e Bolzano o nelle province confinanti con quella di Trento, c'è l'opportunità di partecipare a «Volano. Nuovi processi per l'abitare», il concorso di progettazione a carattere privato in due fasi mirato alla pianificazione urbana di un'area di circa 7.000 mq e alla realizzazione di un complesso di edifici residenziali ecosostenibili. Promosso dall'Opificio delle Idee, organizzato in collaborazione con A.g.a.TN (Associazione giovani architetti del Trentino) e Impact Hub Rovereto su incarico dei Sig.ri Raffaelli, proprietari dei lotti edificabili a Volano (TN), il concorso punta su soluzioni progettuali che siano in grado di razionalizzare i costi di costruzione e della successiva gestione degli immobili, e che al tempo stesso adottino un linguaggio contemporaneo e attento al contesto. «La speranza di un'operazione come questa è che i privati e la comunità capiscano e valorizzino il ruolo del progetto come occasione (…) capace di alimentare la cultura degli spazi per la qualità dell'abitare», spiegano gli organizzatori.

Per il vincitore è previsto un acconto di € 2.000 e la firma del contratto di affidamento d'incarico di progettazione fino alla fase definitiva. Nello specifico, l'attività professionale richiesta prevede due livelli: quello urbanistico (deposito e approvazione del Piano di Lottizzazione dell'intera area) e quello edificatorio (progettazione definitiva di due unità abitative) per un onorario complessivo di € 30.000. Nel momento in cui anche per le restanti unità immobiliari sarà necessario il progetto definitivo e quello esecutivo, il vincitore sarà chiamato a intavolare una trattativa privata con la committenza per la definizione dell'onorario.
L'iscrizione al concorso avverrà durante la giornata formativa obbligatoria del 26 giugno prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA