Progettazione e Architettura

Cemento biodinamico per la foresta pietrificata di Palazzo Italia

M.Fr.

Il rivestimento della struttura è stato realizzato con 2000 tonnellate di materiale innovativo ideato da Italcementi

Dal cemento trasparente al cemento biodinamico. Italcementi "firma" simbolicamente anche l'evento milanese dell'Expo 2015, dopo aver associato il suo materiale da costruzione al padiglione italiano dell'Expo di Shanghai 2010. Nel mezzo, tra i due edifici simbolo, c'è tutta la ricerca dei laboratori del gruppo di Bergamo. Le caratteristiche sviluppate per realizzare il nuovo tipo di cemento utilizzato per la "foresta" pietrificata del Palazzo Italia dell'Esposizione milanese, sono state ottenute grazie a 12.500 ore di lavoro da parte di 15, fra tecnici e ricercatori, all'interno del "Kilometro Rosso, il laboratorio di Italcementi. Il materiale, spiega l'azienda produttrice, «ha una doppia valenza ''bio'': la capacità di abbattere gli inquinanti presenti nell'aria grazie al suo principio attivo fotocatalitico Tx Active (brevetto Italcementi) e la composizione per l'80% di materiali da riciclo».

«La sua ''dinamicità'' - prosegue la nota del gruppo di Bergamo - è invece una caratteristica determinata dalla particolare formulazione del prodotto, così lavorabile da poter dare vita a forme complesse quali sono, appunto, quelle di Palazzo Italia».

La struttura che domani, primo maggio, si offrirà al pubblico dell'area espositiva è stata progettata dallo studio Nemesi&Partners ed è l'unica che non verrà rimossa al termine della manifestazione. L'edificio è alto 35 metri, il suo rivestimento a che produce l'effetto ramificato è stato ottenuto grazie a più di 750 pannelli in cemento "i.active Biodynamic" di circa 4,20 x 4 metri. A questo tipo di malta sono state conferite caratteristiche di alta resistenza meccanica e fluidità che la rendono particolarmente adatta a realizzare elementi architettonici non strutturali dalle geometrie complesse e a sezione sottile. Complessivamente sono state utilizzate 2mila tonnellate del nuovo cemento. Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA