Progettazione e Architettura

Rigenerazione sostenibile, al via l'edizione 2015 della Biennale «Barbara Cappochin»

Al. Tr.

Il premio per le opere di qualità prevede quest'anno anche un concorso riservato ai giovani progettisti - Le iscrizioni si chiudono il 30 giugno

Sono aperte le iscrizioni alla settima edizione della Biennale di Architettura «Barbara Cappochin», il premio internazionale che punta a selezionare le migliori opere di architettura e di rigenerazione urbana sostenibile che si distinguono per qualità, con l'obiettivo di far emergere il ruolo centrale dell'architettura nel processo di trasformazione del paesaggio, soprattutto quello delle periferie urbane.
Il riconoscimento e le numerose conferenze internazionali, inaugurate nella precedente edizione, ruotano, infatti, attorno ad uno stesso filo conduttore: quello che lega indissolubilmente la qualità della vita alla qualità dell'architettura.
Promossa dalla Fondazione Barbara Cappochin - nata per tenere viva la memoria di Barbara, giovane studentessa della facoltà di Architettura allo Iuav di Venezia - e dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Padova, la Biennale si avvale della collaborazione della Regione del Veneto, dell'Unione Internazionale degli Architetti (Uia), del Consiglio degli Architetti d'Europa (Cae) e del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

Possono partecipare al Premio le opere completate negli ultimi 3 anni (1° luglio 2012 – 30 giugno 2015), appartenenti alle sezioni: architettura residenziale; architettura commerciale, direzionale e mista; architettura pubblica (educativa, culturale, socio-sanitaria, religiosa, sportiva, ricreativa, del paesaggio) e, sulla scia del successo delle Conferenze Internazionale della scorsa edizione dedicate agli «Ecoquartieri», interventi di riqualificazione urbana sostenibile/eco quartieri.
«Tra le più significative novità dell'edizione 2015 della Biennale – spiega Giuseppe Cappochin, presidente della Fondazione Cappochin dell'Ordine degli Architetti di Padova - c'è l'istituzione di un Premio regionale destinato alle opere realizzate in Veneto e l'indizione di un concorso, riservato ai giovani architetti italiani, per la progettazione del Tavolo dell'Architettura che - raccogliendo le migliori opere selezionate dalla giuria e rispondendo all'esigenza che l'architettura non sia un fenomeno di nicchia per addetti ai lavori, ma destinato ai veri fruitori che sono i cittadini - rappresenta tradizionalmente la vetrina della Biennale».
Su www.barbaracappochinfoundation.net tutte le informazioni sull'edizione 2015 della Biennale. Il termine per le iscrizioni scade il prossimo 30 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA