Progettazione e Architettura

Bim e sostenibilità per costruzioni 2.0 in vetrina al Made Expo

Mila Fiordalisi

Si apre il 18 marzo a Milano la nuova edizione della manifestazione dedicata a edilizia e design - Quest'anno occhi puntati sull'innovazione

Innovazione, bellezza, sostenibilità: queste le parole d'ordine dell'edizione 2015 del Made Expo, un'edizione all'insegna del rilancio del settore delle costruzioni e della spinta all'internazionalizzazione.
Dal 18 al 21 marzo alla Fiera Milano Rho si accenderanno i riflettori su una convention «di grande livello» – così la annunciano gli organizzatori – che negli otto padiglioni in cui sfileranno materiali, soluzioni impiantistiche e sistemi costruttivi di nuova generazione vedrà protagonisti quattro saloni tematici (costruzioni e materiali, involucro e serramenti, interni e finiture, software, tecnologie e servizi) e punterà su cinque grandi «eventi» (Building the Expo, BuildSmart!, Forum Involucro Serramenti, Made4Contract Hotel e Made4Retail). E quest'anno in Fiera, oltre alle aziende e ai professionisti del settore, arriveranno anche i "comuni" cittadini. «Andando incontro alle richieste delle stesse aziende espositrici, abbiamo deciso di aprire l'ultima giornata della fiera, sabato 21 marzo, anche ai privati che avranno così l'opportunità di conoscere le ultime novità per costruire o ristrutturare la propria abitazione», sottolinea Giovanni De Ponti, amministratore delegato di Made Expo. Sì, perché è il tema della riqualificazione dell'esistente il vero asso nella manica per la ripresa del comparto e non a caso è su questa importante sfida che molte delle aziende presenti hanno deciso di orientare le novità di prodotto sia sul fronte dei materiali sia dell'impiantistica a risparmio energetico.

Ma se da un lato si punta sulla partita della riqualificazione dall'altro si guarda al futuro; droni, stampanti 3D, strumenti di rilevazione di altissima precisione e piattaforme di progettazione all'avanguardia, Bim in testa, faranno la parte del leone nello spazio BuildSmart!, una sorta di fiera nella fiera in cui l'innovazione più spinta potrà essere toccata con mano e dove si potranno vivere esperienze "sensoriali" immersive totalmente inedite grazie all'ausilio di nuovi device come i Google Glass, gli occhiali "intelligenti" del grande motore di ricerca americano. «BuildSmart! è un contenitore unico nel suo genere in Italia che mira a promuovere la sostenibilità e l'innovazione tecnologica dell'industria delle costruzioni, grazie a un panel ricco di contenuti, di collaborazioni, contributi e personaggi di altissimo livello», spiegano dalla Fiera.
Non poteva mancare l'attenzione nei confronti dell'evento più atteso dell'anno: l'Expo 2015. A poco più di un mese dall'inaugurazione dell'Esposizione internazionale – che aprirà i battenti il 1° maggio – entra nel vivo la mostra Building the Expo che darà ai visitatori la possibilità di conoscere in anteprima assoluta i progetti dei padiglioni «self built» e «corporate». Attesi in Fiera anche 13 tra i più importanti studi di architettura al mondo protagonisti della progettazione dei padiglioni con una serie di seminari durante i quali si potranno approfondire le tecniche progettuali utilizzate per la realizzazione delle strutture.
E proprio per dare all'Italia un ruolo sempre più internazionale obiettivo degli organizzatori del Made è anche e soprattutto favorire l'export e la penetrazione su nuovi mercati attraverso un progetto di relazioni e incontri internazionali. Di qui l'incremento del numero di visitatori esteri atteso a Milano, che già nell'edizione 2013 aveva registrato un balzo in avanti del 14%, grazie alla collaborazione con Italian Trade Acency-Ice. In Fiera verrà riproposto lo spazio International Business Lounge che nell'ultima edizione ha ospitato più di mille incontri B2B fra gli espositori e le delegazioni di progettisti, developer e contractor da tutto il mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA