Progettazione e Architettura

Progettazione, a gennaio il mercato conferma i segnali di ripresa

Mau.S.

L'osservatorio Oice ha rilevato bandi pubblici per un controvalore di 28,4 milioni, con un aumento dell'83,9% su gennaio 2014

Si apre all'insegna della ripresa il mercato della progettazione 2015. A gennaio l'osservatorio Oice ha rilevato bandi pubblici per un controvalore di 28,4 milioni, con un aumento dell'83,9% sullo stesso mese del 2014, «in cui però - segnala l'associazione delle società di architettura e ingegneria - fu raccolto un valore tra i più bassi nella serie storica dell'osservatorio».

In dettaglio, il mese scorso sono state contate 284 gare. Rispetto a gennaio 2014 le gare sono diminiuite (-8,1%), nonostante il balzo fatto rilevare dall'importo complessivo. Rimangono alti invece i ribassi con cui vengono aggiudicate le commesse. In base ai dati raccolti fino a dicembre lo sconto medio sul prezzo a base d'asta per le gare indette nel 2013 è al 35,8%, per le gare indette nel 2014 scende al 31,2%.

«Dopo i dati positivi della chiusura del 2014, gennaio sembra confermare la tendenza favorevole dei mesi precedenti e questo ci conforta», commenta Patrizia Lotti, presidente Oice che torna però a chiedere un intervento correttivo sullo «split payment che incide in maniera molto negativa sulle società di ingegneria che lavorano con il settore pubblico». «Togliere liquidità alle imprese – dice Lotti - senza alcuna garanzia di recuperare in tempi rapidi il credito Iva strutturale che si determinerà è un grave errore».

Tornando ai dati di mercato e allargando lo sguardo ai paesi dell'Unione si scopre che il numero delle gare italiane rimane molto modesto, solo il 2,3%. Si tratta di un dato di gran lunga inferiore rispetto a quello di paesi di paragonabile rilevanza economica: Francia 39,9%, Germania il 19,2%, Polonia il 7,7%, Spagna il 4,1%, Svezia il 3,9%, Gran Bretagna il 3,7%.

L'andamento delle gare miste, cioè di progettazione e costruzione insieme (appalti integrati, project financing, concessioni di realizzazione e gestione), cala in valore e cresce in numero: il valore messo in gara in gennaio scende del 47,6% rispetto al 2014, il numero sale del 6,6%. Gli appalti integrati, considerati da soli, hanno lo stesso andamento: calano del 36,3%, in valore, e crescono del 33,3% in numero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA