Progettazione e Architettura

Milano, concorso di idee per Piazza della Scala finanziato da Intesa Sanpaolo

Alessia Tripodi

Primo premio da 12mila euro per il bando promosso dal Comune tramite la piattaforma Web firmata dagli Architetti - Scadenza: 4 giugno 2015

Il Comune di Milano a caccia di idee per la riqualificazione di Piazza della Scala. Per trasformarla nello snodo centrale della nuova «isola dei musei», un percorso culturale e monumentale che collegherà piazza Duomo (Palazzo Reale e Museo del Novecento) con Brera (Pinacoteca di Brera e Palazzo Citterio), ramificandosi lungo Via Manzoni (Museo Poldi Pezzoli) e coinvolgendo piazze e vie adiacenti quali piazza San Fedele e piazza Belgioioso. E' stato presentato oggi a Milano il concorso internazionale di idee - promosso dal comune meneghino insieme con Sanpaolo Intesa, sponsor dell'operazione - che chiama a raccolta i progettisti per ripensare il ruolo di Piazza della Scala «valorizzandone l'identità ottocentesca e migliorando le relazioni con gli edifici e gli spazi urbani circostanti».
Il bando - illlustrato in una conferenza stampa dal sindaco Giuliano Pisapia insieme con il vicesindaco (e neo architetto onorario 2014) Ada Lucia de Cesaris, con Giovanni Bazoli di Intesa Sanpaolo e Alberto Artioli della Soprintendenza di Milano, sarà gestito tramite la piattaforma Web «ConcorriMi» - ideata e sviluppata dall'ordine degli Architetti di Milano e già utilizzata nei mesi scorsi per il restyling partecipato dell'area Isola Garibaldi con i concorsi (tutti aggiudicati) per la riqualificazione del cavalcavia Bussa (clicca qui ), per il nuovo Centro Civico (clicca qui ) e per il Padiglione dell'Infanzia(clicca qui ) che sorgeranno nel parco pubblico «La Biblioteca degli Alberi».

Il concorso
Il bando sarà pubblicato in Gazzetta il 3 febbraio e il termine ultimo per le proposte scadrà il 4 giugno 2015. Si tratta di una procedura aperta, articolata in un'unica fase e il budget massimo per il progetto è fissato a 2 milioni di euro. Il vincitore - che sarà proclamato il 19 giugno - si aggiudicherà un premio di 12mila euro, mentre al secondo classificato andranno 5mila euro e al terzo 2.500. La Commissione, composta da cinque membri, comprende rappresentanti del Comune di Milano, di Intesa Sanpaolo e dell'ordine milanese degli architetti. Al vincitore, spiega il bando, potrà essere assegnato l'incarico per l'elaborazione «di linee guida per ulteriori sviluppi progettuali».

L'area di intervento
«Ogni lato di Piazza della Scala - ha detto il sindaco Pisapia - rappresenta la storia di Milano, ancor più oggi che davvero è il cuore di un rinnovato percorso museale. Quando il Presidente Bazoli mi ha annunciato questa proposta l'ho quindi accolta subito con entusiasmo». Il recupero del valore simbolico della piazza è dunque uno dei principali obiettivi del concorso di idee, oltre alla risoluzione - spiega il bando - del rapporto urbanistico con gli edifici perimetrali, con il sistema di strade, di piazze e di spazi pedonali circostanti. Per questo si chiede ai progettisti di sviluppare anche soluzioni di mobilità alternativa per «incrementare la qualità ambientale, la vivibilità e la sicurezza pedonale degli attraversamenti».

La piattaforma
«Siamo soddisfatti che la nostra piattaforma ConcorriMi continui a essere lo strumento per altri concorsi in città, per garantire procedure rapide, economicamente vincenti e del tutto trasparenti» ha detto il presidente dell'Ordine degli architetti di Milano, Valeria Bottelli, che ha ricordato «la positiva esperienza dei concorsi per l'area Garibaldi con 829 partecipanti, nessun ricorso, vincitori di cui il più anziano ha 34 anni, progetti innovativi, presenza di concorrenti anche stranieri». Il modello di "bando Web", nato lo scorso anno dalla collaborazione tra l'ordine milanese e il Comune (clicca qui ), vuole garantire scelta del miglior progetto, apertura ai giovani, tempi certi, abbattimento dei costi per amministrazioni e progettisti, procedure esclusivamente on line, e zero rischi di errori formali. E, dopo le aggiudicazioni dei mesi scorsi, il bando punta a diventare un format per tutte le Pa italiane.
www.piazzascala.concorrimi.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA