Progettazione e Architettura

Oice: nel 2014 il mercato della progettazione cresciuto del 16,9%

Al. Tr.

Bandi, chiusura d'anno positiva per i servizi di architettura e ingegneria nonostante il calo di dicembre -Ribassi medi ancora oltre il 30%

Il mercato dei servizi di ingegneria e architettura chiude il 2014 in positivo. Nonostante il calo del mese di dicembre, infatti, l'anno appena trascorso registra un +16,9% in valore rispetto al 2013. Sono i dati dell'Osservatorio Oice Informatel, secondo il quale da gennaio a dicembre 2014 le stazioni appaltanti hanno pubblicato in totale 3.829 gare che, rispetto al 2013, crescono del 4,2% in numero (+4,3% sopra soglia e +4,2% sotto soglia) e raggiungono un valore complessivo di 511,7 milioni di euro, con un aumento sul 2013 del 16,3% (+17,1% sopra soglia e +16,3% sotto soglia).

Ma, nonostante il trend positivo, restano ancora molto alti i ribassi: in base ai dati raccolti fino a dicembre il ribasso medio sul prezzo a base d'asta per le gare indette nel 2013 è al 35,9%, per le gare indette nel 2014 scende al 31,9%.
L'andamento delle gare miste, dice ancora l'Oice, è stabile (il valore messo in gara cala appena dello 0,2% rispetto al 2013), mentre gli appalti integrati, considerati da soli, hanno un andamento opposto: crescono sia in numero, +8,3%, sia in valore, +20,2%.

«Un dato molto interessante è il +19,9% di crescita dei servizi messi in gara solo per la realizzazione di opere che fa da ottimo auspicio per l'anno appena iniziato» ha detto la presidente Oice, Patrizia Lotti, sottolineando che «adesso occorre cogliere l'occasione della delega appalti per attuare le direttive europee e riformare, semplificandolo, l'attuale impianto normativo. Non sarà un lavoro né semplice né breve che dovrà garantire un quadro stabile nel tempo e che non sia da freno ai programmi di investimento delle stazioni appaltanti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA