Progettazione e Architettura

A Losanna due competizioni per un nuovo polo museale e una mensa per poveri

Mariagrazia Barletta

Due concorsi di progettazione nella città svizzera per realizzare un polo dedicato alla fotografia e arti applicate, oltre a un complesso per ospitare una mensa per poveri

Costruire il Museo cantonale della fotografia ed il Museo del design e dell'arte applicata da affiancare al Museo delle Belle Arti per dar vita ad un nuovo polo museale a Losanna. È l'obiettivo di un concorso internazionale di progettazione per architetti e ingegneri bandito dal Canton Vaud per completare un progetto culturale ambizioso: riunire in un unico sito arte, fotografia, design ed arti applicate contemporanee.
Il Museo delle belle Arti è frutto di un concorso vinto nel 2011 dallo studio Barozzi-Veiga, la cui apertura del cantiere è prevista entro il 2015. Il progetto dello studio italo-spagnolo darà impulso alla creazione di un vero e proprio quartiere dedicato all'arte, che ravviverà la zona ad ovest della stazione di Losanna. Il polo, composto dai tre musei, offrirà anche spazi pubblici per attirare i frequentatori.
Il sito di 22mila metri quadri è occupato dalle ferrovie federali svizzere. L'utilizzo ferroviario ne ha fatto un sito inaccessibile e sconosciuto al pubblico, attorno al quale la città si è, però, sviluppata. «Le attività comuni (vernissage, manifestazioni, incontri) e le strutture condivise (auditorium, centro di documentazione-biblioteca, ristorante e negozi) conferiranno a questo complesso culturale, incentrato su tre distinti musei, una visibilità, una forza e una coerenza uniche in Svizzera» si legge nel bando.
Il progetto dovrà inoltre essere concepito considerando la triplice declinazione dello sviluppo sostenibile (sostenibilità sociale, economica e ambientale).
Il concorso è a procedura ristretta e prevede una prima fase per la selezione di 18 – 22 studi di architettura associati a studi di ingegneria. La selezione si basa sulla valutazione della qualità delle referenze. Ciascun team dovrà presentare massimo due referenze, scelte in modo da dimostrare in maniera convincente la capacità di poter affrontare la sfida proposta attraverso una progettazione di qualità. In palio c'è un montepremi di 320mila franchi, equivalenti a circa 266mila euro, per l'attribuzione, al termine della seconda fase, di premi e menzioni. Il termine per la ricezione dei dossier di candidatura scade il 16 febbraio 2015 alle ore 16. Per i team selezionati la consegna dei progetti dovrà avvenire entro il 21 agosto 2015.
Scarica il bando (link )

Costruire un complesso architettonico di qualità al centro di Losanna, in Svizzera, per accogliere una mensa per i poveri, uno spazio che di giorno dia ospitalità a persone disagiate, alloggi sociali per famiglie espulse dai loro appartamenti o in situazioni di precarietà, e un capannone per il rimessaggio di veicoli del servizio comunale «strade e mobilità». La città di Losanna, per conto della fondazione Flcl (Fondation lausannoise pour la construction de logements) bandisce un concorso di progettazione a procedura aperta per team di architetti e urbanisti, mettendo in palio tutti gli incarichi necessari per progettare e realizzare l'intervento e un montepremi di 129mila euro (155mila franchi).
La committenza è alla ricerca di soluzioni innovative e di progetti sostenibili, che puntino ad un costo di costruzione uguale o inferiore a 4,2 mila franchi svizzeri al metro quadro, tasse incluse. Una somma che equivale a circa 3,5mila euro al metro quadro.
Ai concorrenti sono richiesti: una sistemazione d'insieme, piante, prospetti e sezioni in scala 1:200, una sezione di dettaglio della facciata e un plastico in scala 1:500.
Se i vincitori non dovessero avere capacità sufficienti per elaborare il progetto dell'intervento e per seguirne la realizzazione, la committenza potrà, al termine del concorso, pretendere che il team venga completato con esperti scelti di comune accordo. La procedura prevede un'iscrizione al costo di 300 franchi, accompagnata dalla documentazione attestante il possesso dei requisiti di partecipazione. Tale somma sarà rimborsata ai concorrenti che presenteranno un progetto ritenuto ammissibile dalla giuria. La consegna dei progetti deve avvenire entro il 20 aprile 2015 alle 16:30.
Scarica il bando (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA