Progettazione e Architettura

Geometri valutatori, arriva il «patentino» Ue: le istruzioni per accreditarsi

Alessia Tripodi

Il Cng ottiene l'abilitazione al rilascio dello status «Rev» che certifica i livelli di competenze per le stime immobiliari - Come fare la richiesta on line

Da quest'anno anche i geometri valutatori italiani potranno ottenere il «patentino» che certifica le competenze secondo gli standard Ue. Il Consiglio nazionale dei Geometri (Cng) ha infatti ottenuto dal TEGoVA (The European Group of Valuers' Association) il titolo di Ama (Awarding Member Association), vale a dire di organismo competente per l'attribuzione ai suoi iscritti dello status «Rev– Riconoscimento Europeo per il Valutatore».
Lo status di valutatore «Rev» nasce con l'obiettivo di armonizzare gli standard della valutazione immobiliare e certificare un livello ben definito di qualifica ed esperienza professionale dei progettisti, in modo da garantire ai committenti la loro competenza nella determinazione del valore dell'immobile. Questo sistema di riferimento - che attribuisce una sorta di «bollino» di qualità alla prestazione del progettista - è stato sviluppato anche in risposta alla recente direttiva europea sui mutui (2014/17/UE del 4 febbraio 2014), che attribuisce all'ente creditore la responsabilità di garantire che la perizia immobiliare sia affidabile, specificando che la stessa deve essere redatta da un perito accreditato secondo gli standard internazionali di IVSC (International Valuation Standards Council),TEGoVA e RICS (Royal Institution of Chartered Surveyors ), in modo da garantire una valutazione obiettiva e indipendente.

Il riconoscimento dello status «Rev» è concesso dal Cng secondo le modalità concordate con il TEGoVA, che sarà responsabile dell'ultimo processo di verifica dei requisiti richiesti da ciascun valutatore.
I professionisti interessati possono consultare il sito web dedicato www.rev.cng.it che contiene tutte le informazioni necessarie: regole per l'invio delle domande, iter dell'esame, pagamento delle quote annuale, anagrafe dei professionisti titolari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA