Progettazione e Architettura

Il lusso dribbla la crisi: le ville Exclusiva tra Russia, Cina e Costa Smeralda

Luigi Prestinenza Puglisi

L'ultimo progetto del team italiano è una villa di oltre mille mq in Sardegna. Sfida alla recessione puntando su Russia e Cina

Exclusiva Design è uno studio di progettazione con sede a Roma e a Shangai che ha trovato una via di uscita alla crisi odierna del settore che vede, almeno sul territorio nazionale, una sempre maggiore contrazione della richiesta di servizi di architettura. Ha puntato dichiaratamente – ne è testimonianza lo stesso nome scelto- sul lusso cioè su un mercato in continua espansione, soprattutto all'estero dove ci sono realtà, quali la Russia e la Cina, dove è crescente la domanda di qualità e di rappresentatività sia da parte di privati che di nuove istituzioni.

Ha capito inoltre che in questi mercati non bisogna vendere solo il disegno di un prodotto su misura, o sartoriale come si dice in gergo, ma consegnarlo chiavi in mano, sfruttando il fascino che ancora esercita il Made in Italy. E che quindi a essere proposto non è solo il progetto ma tutta la filiera soprattutto quella artigiana. «Per realizzare alcune opere in Russia -ci racconta uno dei due partner, Fabio Mazzeo - siamo arrivati a inviare decine di camion con prodotti italiani e artigiani in grado di montare i prodotti a regola d'arte. Anche perché il risultato in opere del genere, spesso ville di superficie superiore ai mille metri quadrati con milioni di budget, deve essere garantito e non può che rivelarsi accurato sin nei più piccoli dettagli».

I risultati hanno premiato lo studio che è cresciuto in pochi anni con velocità esponenziale acquisendo clienti del calibro di Gazprom, la più importante compagnia energetica in Russia che gli ha recentemente affidato i propri uffici direzionali. A stupire è il livello di qualità architettonica, inusuale in questo tipo di lavori. Molto spesso, infatti, i progetti di architettura nel campo del lusso scadono nel peggior kitsch con disegni sciatti ed eccessivi qualificati solo dalla preziosità ostentata dei materiali. Exclusiva cerca di fare invece della qualità del disegno architettonico uno dei propri punti di forza anche quando i clienti richiedono interventi in stile, come a volte capita in questi paesi dalla rapida espansione.

Clicca qui per la fotogallery

Il progetto che qui presentiamo è una grande villa di oltre 1000 metri quadrati recentemente costruita in Costa Smeralda, su tre piani, con pergola, roof garden, solarium, piscina e vasca ad idromassaggio di 300 mq. Una villa, insomma, non proprio alla portata di tutti.
Il progetto nasce a seguito della demolizione di una precedente villa e sfruttando l'ampliamento previsto dal Piano Casa. Il vincolo di partenza è dato da una preesistenza: l'ottagono dell'attuale home-theatre corrispondente all'ottagono del patio originale della villa. L'obiettivo è stato ottenere una presenza rappresentativa e di forte effetto formale caratterizzata però da un'organizzazione e una fruizione dello spazio interno fluido con una separazione netta tra le percorrenze delle tre zone: area padronale, area ospiti, area di servizio.
«Abbiamo cercato – ci racconta Fabio Mazzeo – di inserirci nel paesaggio e di dialogare con la luce naturale». Un asse visivo collega l'ingresso alla villa alla grande vetrata del soggiorno che si apre su uno scorcio unico della costa Smeralda. Tutte le finestre inquadrano parti di paesaggio selezionate per esaltare la qualità del luogo.
«Abbiamo cercato – continua l'altro partner, Vito Taddei- di trasformare ogni scorcio in una opera d'arte». Agli esterni più asciutti rivestiti in travertino, si contrappongono interni caratterizzati da marmi, mosaici, rivestimenti in legno e in tessuto.
Vi è poi la terrazza di copertura rivestita in teak, che funge da solarium e permette, grazie al panorama mozzafiato, di entrare a più stretto contatto con il paesaggio circostante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA