Progettazione e Architettura

Smart cities: a Milano mappa Web del sottosuolo gratis per architetti, ingegneri e geometri

Alessia Tripodi

Siglato l'accordo tra gli ordini professionali lombardi e il Gruppo Cap - Con l'accesso al sistema WebGis informazioni sul territorio in tempo reale

Banca dati WebGis gratis per i progettisti di Milano e Lodi. È stato siglato a Milano l'accordo tra gli ordini locali degli architetti, degli ingegneri, dei geometri e dei periti industriali e il gruppo Cap - società partecipata che gestisce il servizio idrico delle province di Milano e Monza e Brianza - con il quale l'azienda pubblica offre ai professionisti l'accesso libero al WebGis, il sistema informativo sul sottosuolo aggiornato in tempo reale.
Ogni professionista potrà registrarsi alla piattaforma e, attraverso un'autenticazione tramite user e password, potrà avere accesso alle informazioni relative al territorio del Comune selezionato, tra cui: strade, reti di acquedotto con tutti i dati e gli elementi significativi, (per esempio diametro delle tubature), reti di fognatura, geologia del territorio con altimetrie e dati piezometrici.

L'acronimo Gis indica Geographic Information System: un sistema informativo composto da una serie di strumenti software che consente di acquisire, estrarre e gestire molte informazioni derivanti da dati georiferiti, relativi in questo caso alle reti e a tutte le strutture legate al servizio idrico integrato. Una piattaforma su cui il gruppo Cap ha investito ad oggi 350 mila euro di costi di sviluppo e inserito a piano investimenti ulteriori 250mila per i passi successivi.
«Grazie a questo accordo - ha spiegato Alessandro Russo, presidente del Gruppo Cap - da oggi si supera la burocratizzazione nella richiesta dei documenti necessari per la realizzazione di progetti e interventi sul territorio: con un semplice clic ogni professionista potrà accedere gratuitamente alla banca dati del Gis aziendale ricavando tutte le informazioni sul sottosuolo, sulle reti esistenti e sulle loro caratteristiche». Opportunità preziosa per i progettisti: «Aderiamo al protocollo WebGis - ha dichiarato Valeria Bottelli, presidente dell'ordine degli architetti di Milano - perchè l'offerta di una banca dati dinamica del sottosuolo è una novità assoluta, soprattutto se sipensa che a realizzarlo è un'azienda pubblica, e rappresenta un valido supporto alla professione e, quindi, alla società nel suo insieme».


© RIPRODUZIONE RISERVATA