Progettazione e Architettura

Inarcassa prevede nel 2015 un utile di 555 milioni

Il comitato nazionale dei delegati di Inarcassa ha recentemente approvato il Bilancio di previsione per il 2015.
«Attraverso rigorose procedure di investimento - si legge nella nota stampa diffusa dall'ente - Inarcassa amministra 8.500 titoli in portafoglio e 40 gestori, anche di livello mondiale, per oltre 75.000 transazioni annue, rispondendo ai requisiti dei più elevati standard internazionali fondati sulla trasparenza e la correttezza, requisiti fondamentali per il funzionamento e la regolamentazione dei mercati finanziari. A vent'anni dalla privatizzazione, il patrimonio della Cassa raggiungerà nel 2015 8,6 miliardi di euro; gli iscritti, più che triplicati, si attesteranno a 169.800; le prestazioni erogate, raddoppiate dal 1995, sono stimate a 28.900 e la Cassa chiuderà con un utile di circa 555 milioni di euro».

«Durante i lavori - si legge ancora - è stata espressa soddisfazione per l'approvazione da parte dei Ministeri Vigilanti del nuovo Regolamento sui Riscatti e le Ricongiunzioni che, dal 1° gennaio 2015, entrerà in vigore con nuove norme all'avanguardia a favore dei liberi professionisti. Oltre all'ampliamento del numero di associati beneficiari delle nuove opportunità è stata inoltre introdotta la ricongiunzione gratuita dei periodi assicurativi ante e post riforma, che gli iscritti possono esercitare in alternativa alla ricongiunzione onerosa. Le anzianità assicurative acquisite con la ricongiunzione gratuita sono valorizzate ai fini pensionistici con il metodo di calcolo contributivo. Anche per i riscatti è stata prevista la facoltà di scelta tra il metodo contributivo - meno oneroso - e quello retributivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA