Progettazione e Architettura

In 30mila per 140 posti al catasto, il maxi-concorso della disperazione per ingegneri e architetti

Massimo Frontera

Al via le prime selezioni del super-concorso per conquistare un posto di funzionario tecnico al catasto

Nel giorno in cui gli architetti hanno lanciato l'allarme povertà , parte anche la selezione di migliaia di architetti e ingegneri per uno dei 140 posti di funzionario del Catasto. Da oggi - e per quattro giorni, fino al 28 novembre - ci sono le selezioni per valutare la valanga di concorrenti - «poco meno di 30mila», dicono all'Agenzia delle Entrate, correggendo al rialzo il dato di 25mila secondo il tam tam rimbalzato sui social network dal sito ppan.it. Numeri che danno in pieno il senso della fame di lavoro tra i giovani diplomati.

Una corsa al massacro che fa ancora più impressione se si considera che i 140 posti in realtà di riducono a 112 nuovi posti effettivi perché il maxi concorso lanciato dall'Agenzia delle Entrate ha una riserva del 20% ai dipendenti delle Entrate. «Non sono in grado di confermare la dimensione del numero degli architetti che sta partecipando al concorso - dice il presidente degli architetti, Leopoldo Freyrie, riguardo al concorsone delle Entrate - ma non mi stupisce. C'è poi da considerare che il catasto non è l'attività principale degli architetti, e il fatto che ci sia tutta richiesta, fa capire quanto la situazione sia drammatica». Se il catasto non è il core business degli architetti, ancora meno lo è per gli ingegneri. Entrambe le categorie dei professionisti si contendono i posti in palio, variamente distribuiti fra le regioni - dai 17 posti della Lombardia all'unico posto in palio nella provincia di Trento o in Molise - solo per approdare a una scrivania e a un minimo di stipendio fisso, in un posto statale. E uscire dal tunnel del precariato.

Dal "massacro" dei test di cultura generale usciranno solo 500 fortunati che dovranno affrontare un'ulteriore selezione, fino a rimanere in 170, al lordo delle riserve. Poi il "paradiso" del posto fisso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA