Progettazione e Architettura

Venezia, 228mila visitatori per la Biennale diretta da Rem Koolhaas

Si è chiusa ieri con un bilancio di 228 mila spettatori, la 14/a Mostra Internazionale di Architettura - Fundamentals - organizzata dalla Biennale di Venezia. Durata 6 mesi, la mostra ha registrato un totale di ospiti di tutto riguardo, ai quali si aggiungono i 12.214 nel corso della vernice: sono dati peraltro non confrontabili con i 178.000 visitatori del 2012 (10.408 nel corso della vernice) su tre mesi di mostra.
I giovani e gli studenti sono stati il 45% dei visitatori totali. Gli studenti che hanno visitato la Mostra in gruppo rappresentano il 20% del pubblico. «Questi dati sono più che positivi - ha affermato il presidente della Biennale Paolo Baratta - e confermano quanto sia
cresciuta la Mostra di Architettura, che è arrivata quest'anno ad avere un numero di visitatori dell'ordine di grandezza di quello delle Mostre d'Arte di un decennio fa. Ma nel misurare il successo di una Biennale occorre mettere in campo considerazioni ben più articolate
che non i soli numeri e le sole statistiche».

«L'energia dedicata dal curatore e dal suo team da un lato, l'alta professionalità e il grande impegno della struttura organizzativa della Biennale dall'altro - ha continuato - sono state premiate innanzitutto da una straordinaria attenzione ricevuta da parte del mondo
dell'architettura, dei giornalisti e dei critici e dal generale grande riconoscimento ottenuto sulla qualità del lavoro svolto». «L'alto numero dei giovani visitatori è a sua volta testimonianza della funzione vivificante della Mostra - ha rilevato poi Baratta -. In particolare, da 120
facoltà di architettura di tutto il mondo sono venuti gruppi per visite da loro espressamente organizzate e da noi assistite (a ogni Biennale di Architettura questo numero cresce, in quella precedente erano 77). È su questi terreni che acquistano più ampio significato anche
i lusinghieri risultati complessivi ottenuti. A Rem Koolhaas - ha dichiarato il Presidente - va la nostra gratitudine».


© RIPRODUZIONE RISERVATA