Progettazione e Architettura

Milano, pubblicato il progetto per le vasche di laminazione del Seveso

Il progetto definitivo delle vasche di laminazione di Senago, una delle opere previste per risolvere il problema delle esondazioni del fiume Seveso a Milano, è stato pubblicato online sul sito internet www.sicurezzadelseveso.regione.lombardia.it . «Il progetto di Senago - ha scritto in una nota Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia - rispetta completamente il budget previsto di 30 milioni di euro. Denaro interamente messo a disposizione da Regione Lombardia e Comune di Milano. Sappiamo tutti che per la realizzazione completa delle opere mancano 80 milioni di euro, che il Governo, nelle scorse settimane, incontrandoci a Milano, si è impegnato a reperire. Da allora non abbiamo
più ricevuto notizie e non vorrei che anche per questa vicenda, permettetemi la battuta, prevalga l'ormai cronica "annuncite" del presidente Renzi».

Tra gli interventi c'é anche l'adeguamento del Canale scolmatore nord ovest in quell'area. Il progetto completo per la messa in sicurezza del Seveso prevede infatti la realizzazione di diverse opere, a partire dalle vasche di laminazione nel territorio di Senago e poi a Varedo, Paderno Dugnano e Lentate sul Seveso.
Contestualmente, si lavorerà a un radicale miglioramento della qualità delle acque del fiume. Il costo complessivo è stimato in 110 milioni di euro, di cui 30 già impegnati da Regione e Comune.
Per i restanti 80 milioni, il Governo, attraverso l'Unità di missione Italia Sicura, ha dichiarato di volerne destinare una parte attraverso i fondi previsti nello Sblocca Italia e parte con un apposito Accordo di programma con Regione Lombardia.

«Il progetto - ha continuato Viviana Beccalossi in una nota - passa ora attraverso la fase delle autorizzazioni e dei pareri. L'esame della documentazione disponibile già rende percepibile lo sforzo che è stato sviluppato dai progettisti incaricati da Aipo (Agenzia interregionale per il
fiume Po) e il livello della programmazione idraulica complessiva assicurata dall'Autorità di bacino del fiume Po». «La definitiva messa in sicurezza del Seveso - ha concluso Beccalossi - necessita di tutti gli interventi previsti che sono già in corso di progettazione. Il Governo, quindi, faccia al più presto la sua parte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA