Progettazione e Architettura

A Urbanpromo va in scena l'Expo (e il destino dell'area dopo l'evento)

Massimo Frontera

Il sindaco di Milano, Pisapia, assicura: «Ci sono stati ritardi, ma saremo pronti per il primo maggio» - A Urbanpromo i progetti dei padiglioni in costruzione e le strategie per il riutilizzo dell'area dopo l'evento

Torna Urbanpromo, il salone della valorizzazione urbana, ospitato dall'11 al 14 novembre a Milano, negli spazi della Triennale. Nella giornata d'apertura il salone onora l'Expo, il principale evento per la città. I rallentamenti dei cantieri e le inchieste hanno inciso negativamente sull'immagine della manifestazione, che mette Milano sotto gli occhi del mondo. A dare assicurazioni sulla riuscita dell'evento è stato ieri il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, in visita a Mosca per siglare un accordo di cooperazione con la città russa. «Per il primo maggio saremo pronti», ha assicurato il sindaco di Milano, rispondendo proprio alle polemiche sui ritardi nei tempi della preparazione di Expo 2015, anche se ha ammesso che «sicuramente ci sono stati dei lievi ritardi, sia all'interno che all'esterno del sito». In ogni caso il calendario corre. Mancano 171 giorni all'inaugurazione dell'Expo 2015, sono stati venduti 6,5 milioni i biglietti e parteciperanno 144 paesi.

E proprio dell'Expo parlerà uno dei convegni principali di Urbanpromo, quello che apre la mattina di martedì 11 novembre, promosso da Urbit (la società dell'Inu che gestisce anche Urbanpromo) e dedicato alle Architetture per l'Expo. L'evento vedrà la partecipazione del comitato scientifico dell'Expo. Gli architetti italiani illustreranno i progetti di alcuni dei padiglioni italiani. A cominciare dal palazzo Italia, disegnato da Nemesi. A illustrare il progetto ci sarà Susanna Tradati, partner di Nemesi insieme a Michele Molè. Durante i lavori della mattinata, coordinati dal direttore di IoArch, Antonio Morlacchi - si alterneranno sul palco Aldo Bottini (BMS Progetti), Luca Benetti (Stahlbau Pichler). A raccontare in particolare il padiglione degli Emirati Arabi sarà Marco Visconti, che ha collaborato con Foster+Partners. Tra gli altri anche Angelo Micheli (De Lucchi Architects) e il progettista delle architetture di servizio, Maurizio De Caro.

Il pomeriggio è invece dedicato al dopo Expo. L'incontro, sempre promosso da Urbit è dedicato a "Expo - Un'occasione di rigenerazione urbana". Si parlerà dei possibili scenari per il riutilizzo delle aree del sito dopo la manifestazione, in base al masterplan che è oggetto di una gara che si chiuderà a giorni. Sul palco, tra gli altri, anche Ada Lucia De Cesari, vicesindaco di Milano, Paolo Galuzzi e Luciano Pilotti, rispettivamente coordinatore e presidente di Arexpo Spa, Claudio De Albertis, presidente di Assimpredil, Aldo Mazzocco, presidente di Assoimmobiliare e Cino Zucchi, Architetto e curatore del Padiglione Italia alla XIII biennale architettura.

Qui il programma completo di Urbanpromo 2014 (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA