Progettazione e Architettura

A Salerno (e Ravello) va in scena il festival di architettura

Massimo Frontera

Al via il Gate - Geniusloci architettura territorio economia promosso da NewItalianBlood: 10 giorni di festival (fino al 15 novembre) nella Salerno che cambia grazie all'archiettura: concorsi, premi per gli under 36, rammendo delle periferie, sopstituzione urbana, partecipazione

Due concorsi come biglietto da visita. Poi ci sono gli incontri, gli scambi di idee, le mostre, un premio a giovani architetti. Come palcoscenico, Salerno, una delle città che più ha deciso di puntare sulla progettazione di qualità. Durerà fino al 15 novembre prossimo il festival internazionale di architettura che si è aperto il 5 novembre scorso. Chiusi i battenti a Salerno, l'iniziativa "Gate – Geniusloci architettura territorio economia" avrà poi una seconda sessione, più breve, a Ravello il 6 e 7 dicembre prossimi.

Organizzata dai Comuni di Salerno e Ravello insieme alle associazioni culturali Effetti collaterali e NewItalianBlood, l'iniziativa ruota tutta intorno ai temi del futuro delle città, della trasformazione urbana, della rigenerazione, e del "rammendo" delle periferie. Quest'ultimo riferimento a Renzo Piano sarà rappresentato a Salerno dal Gruppo 124, che a Salerno parlerà della prima prova, fatta a Roma, di un recupero di un area abbandonata in una zona periferica. Un tentativo di architettura partecipata per restituire pezzi di città dimenticati all'utilizzo collettivo attraverso il coinvolgimento dei cittadini.

Accanto ai giovani di Gruppo 124 nomi più affermati dell'architettura, come Benedetta Tagliabue (EMBT Barcellona) Maria Giuseppina Grasso Cannizzo Vittoria; l'architetto peruviano Rodolfo Tisnado (Architecure Studio Parigi), Massimo Alvisi (AlvisiKirimoto), Maurizio Milan (Buro Milan Ingegneria), Mario Cucinella (MCA Architects). Ad aprire le danze il 5 novembre è stato Simone Sfrisio di Tamassociati. Il suo progetto di ospedale low cost per Emergency è fresco del premio Zumtobel Award. Un premio al binomio qualità architettonica e low cost.

Due concorsi
Abbinati al Gate ci sono due concorsi. Il primo è un concorso di idee – promosso dal Comune insieme a NewItalianBlood per la sistemazione paesaggistica dell'area dei tralicci delle antenne esistenti sul colle di Bellaria, che guarda al Golfo di Salerno.
L'obiettivo è il recupero e la fruizione di un parco panoramico al centro della città e anche di realizzare una nuova antenna di telecomunicazioni, più sicura e funzionale. Per il vincitore ci sono 12.500 euro, al secondo e terzo vanno, rispettivamente, 4.500 e 2.500 euro. Previste anche 5 menzioni. Scadenza 8 gennaio 2015. (Scarica il bando )
Il secondo concorso di idee (promosso dal Comune di Salerno e l'associazione "effetti collaterali") mira a creare architetture temporanee per ombreggiare i luoghi della città nei giorni estivi. Previsti due premi, di 2.500 e 500 euro. Scadenza 8 gennaio 2015. (Scarica il bando )

Il premio ai giovani architetti
Torna anche il premio Nib, promosso da NewItalianBlood per valorizzare i giovani architetti e paesaggisti under 36. A Salerno i premiati 2014 racconteranno se stessi e i loro lavori.

Salerno in progress
La città intanto continua a crescere, dopo il grande lavoro del sindaco Vincenzo De Luca per attrarre grandi firme internazionali, da Fuksas, a Calatrava, da Chipperfield a Bofil a Zaha Hadid. A Fare il punto è l'assessore all'urbanistica, Domenico de Maio, lieto di annunciare due novità che riguardano due opere simbolo della città, il Crescent e la cittadella della giustizia di Chipperfield. «Dopo la consegna dei primi tre plessi della cittadella della giustizia – riferisce l'assessore –, stiamo per avviare l'appalto degli altri tre plessi: abbiamo infatti trovato i 36 milioni necessari e stiamo finendo di valutare le proposte delle imprese».
Quanto al Crescent, «l'area è stata riconsegnata dopo il dissequestro, a giorni invieremo la nostra soluzione per riavviare i lavori con un progetto ridimensionato in aderenza alle indicazioni della soprintendeza». Ancora qualche mese di attesa per la stazione marittima di Zaha Hadid: «sarà pronta per l'estate 2015», assicura l'assessore.

Il programma del Festival (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA