Progettazione e Architettura

Flop dei concorsi nel 2014: -40% per le gare e -79% per i montepremi

Alessandro Lerbini

Tra agosto e settembre promossi solo 5 bandi. Il settore, anche se in ripresa (+26% per gli importi dei bandi di ingegneria nel 2014), non crede ancora in uno strumento che all'estero viene usato in modo prioritario per ottenere risultati architettonici di qualità

Per tipologia e premi, il concorso per il nuovo mercato orofrutticolo di Milano (60mila euro al vincitore) rappresenta ormai un'eccezione nel panorama dell'architettura in Italia. I dati dell'osservatorio Oice/Informatel mostrano un crollo nel 2014 dei concorsi (sia di idee che di progettazione) e dei montepremi: nei primi nove mesi dell'anno sono stati infatti promosse 80 gare per un valore complessivo di 1,311 milioni, pari a un calo del 39,4% per il numero delle iniziative (erano 132 nello stesso periodo del 2013) e a un crollo del 78,5% per il valore dei riconoscimenti (6,1 milioni di euro un anno fa).

Agosto (con 2 nuovi concorsi per 5.500 euro) e settembre (solo 3 per 5mila euro) hanno rappresentato uno dei momenti più bassi per le competizioni di progettazione aperte. Segno che il settore, anche se in ripresa (+26% per gli importi dei bandi di ingegneria nel 2014), non crede ancora in uno strumento che all'estero viene usato in modo prioritario per ottenere risultati architettonici di qualità.

Nel 2011 i concorsi sono stati 182 per 3,4 milioni, l'anno seguente 164 per 3,9 milioni mentre il 2013 hanno chiuso con 162 gare per 6,5 milioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA