Progettazione e Architettura

Bologna, tutto pronto per il bando del Tecnopolo firmato von Gerkan

M.Fr.

Trovate le risorse per il primo lotto: la Regione mette a disposizione due edifici da offrire in permuta (oltre a 40 milioni cash). Le demolizioni partono a giugno

Trovata la soluzione per finanziare il primo lotto della maxi-riconversione della Manifattura tabacchi di Bologna, destinata a diventare il Tecnopolo progettato dallo studio Gmp von Gerkan, Marg und Partner.
La soluzione arriva dalla Regione che mette a disposizione due immobili del valore di 16 milioni che - aggiunti allo stanziamento di 40 milioni previsto dal bilancio 2014 - consentono di coprire il quadro economico necessario a finanziare il primo lotto della trasformazione.

L'appalto con permuta sarà messo nero su bianco di Finanziaria Bologna Metropolitana (Fbm), la società partecipata da Provincia, Comune, Regione e Camera di commercio di Bologna che sta curando l'operazione. Dopo l'ok della Soprintendenza, due settimane fa, al progetto dello studio tedesco, sembrano non esserci più ostacoli all'avvio dell'impegnativo progetto.
Lo stesso presidente di Fbn, Renato Baioni, ha anticipato che la gara d'appalto per la realizzare il primo lotto è prevista in autunno, dopo la conferenza di servizi che si prevede di svolgere in estate. «I lavori - stima Baioni - dovrebbero partire nel 2015». Intanto, a giugno partiranno le prime demolizioni per preparare il cantiere.

Lo studio tedesco Gmp aveva vinto nel maggio del 2012 il concorso internazionale lanciato sempre da Fbm per il Tecnopolo (link all'articolo ). Il progetto prevede la conservazione di parte della struttura esistente progettata da Pier Luigi Nervi.

LA GALLERY DEL PROGETTO DI GMP


© RIPRODUZIONE RISERVATA