Progettazione e Architettura

arcVision Prize Italcementi, vince la portoghese Ines Lobo

Al. Tr.

Consegnati i riconoscimenti per la migliore architettura al femminile - Menzione d'onore per Anna Heringer, Shimul Javeri Kadri e Cecilia Puga

È l'architetto portoghese Ines Lobo la vincitrice della seconda edizione dell'arcVision Prize - Women and Architecture, premio internazionale di architettura al femminile istituito da Italcementi Group, che punta a sostenere progetti innovativi e sostenibili, con un particolare attenzione alla qualità ambientale, all'economia delle risorse e alla responsabilità sociale. La giuria , coordinata dal direttore scientifico del premio Stefano Casciani, ha assegnato anche tre menzioni d'onore per Anna Heringer, Shimul Javeri Kadri e Cecilia Puga.

Clicca qui per la fotogallery

Il premio è stato assegnato nei giorni scorsi a Bergamo nella cornice di i.lab, il centro ricerca e innovazione di Italcementi, progettato da Richard Meier, architettura che rappresenta una sintesi delle migliori soluzioni, tecnologie e materiali nel campo delle costruzioni. Nella short list 21 progettiste provenienti da 15 Paesi: Austria, Cile, Egitto, Francia, Germania, Giappone, India, Irlanda, Italia, Marocco, Portogallo, Spagna, Svizzera, Thailandia, Usa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA