Progettazione e Architettura

Roma, dopo 7 anni si sblocca Piazza Augusto Imperatore - Cellini denuncia: «Manca ok della Soprintendenza»

Alessia Tripodi

L'assessore Caudo annuncia lo stanziamento di 12,2 milioni e cantieri entro l'anno, ma l'architetto polemizza: «Sul progetto esecutivo pesano ancora obiezioni immotivate della Soprintendenza, sono amareggiato».

Partirà entro la fine dell'anno il cantiere per il restyling di Piazza Augusto Imperatore a Roma secondo il progetto firmato dall'architetto Francesco Cellini. Lo ha assicurato l'assessore all'Urbanistica capitolina, Giovanni Caudo, che nei giorni scorsi ha annunciato lo sblocco di 12,2 milioni di euro destinati alla riqualificazione della piazza, che da rotatoria si trasformerà in uno spazio pedonale. Caudo ha assicurato che «appena approvato il bilancio 2014 si potrà mandare in gara d'appalto il progetto esecutivo».
Ma la lunga e sofferta storia di questo progetto, rimasto per oltre 7 anni sulla carta (il team guidato da Cellini ha vinto il concorso internazionale nel 2006) sembra non trovare pace, perchè sulla preparazione del progetto esecutivo (che ancora non c'è) pesano ancora obiezioni della Soprintendenza.

«C'è un progetto definitivo approvato da parecchio tempo e ora dobbiamo mettere a punto l'esecutivo per poi preparare le procedure del bando - racconta l'architetto Cellini, che dal 1997 ricopre anche la carica di preside della facoltà di Architettura di Roma Tre - ma restano ancora da risolvere alcuni problemi sollevati dalla Soprintendenza che mi lasciano abbastanza amareggiato, perchè si tratta di obiezioni immotivate, fatte più per salvaguardare il proprio potere che per migliorare il progetto». Dopo tutti questi anni «dovrò risolvere anche questi nodi, sperando che le soluzioni non creino ulteriori problemi» si sfoga Cellini, sottolineando che le obiezioni riguardano «piccole questioni» perchè «alla Soprintendenza non si preoccupano della fruibilità della piazza da parte dei cittadini, ma di affermare le loro opinioni sull'architettura».Guarda la fotogallery

Il progetto di restyling trasformerà Piazza Augusto Imperatore in un'area destinata quasi esclusivamente ai pedoni, fatta eccezione per un solo lato, percorribile ancora dalle auto. Le attuali scalinate ottocentesche saranno coperte con un terrapieno per ogni angolo, che poi sarà
ricoperto da giardini. Per accedere al Mausoleo, invece, saranno realizzate due scalinate
monumentali, una delle quali sul lato della chiesa di San Luca e l'Ara Pacis e l'altra sul lato opposto, in direzione di via del Corso. Giù in basso sorgerà la cavea, con una caffetteria e una libreria. «I lavori dureranno 24 mesi e avremo la prima piazza totalmente nuova in centro storico da almeno 100 anni» ha dichiarato l'assessore Caudo, spiegando che «si tratta di un intervento importante, perché è l'attestamento finale del nuovo Tridente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA