Progettazione e Architettura

Smart city, dal Miur 33 milioni per architettura green, domotica e antisismica

Alessia Tripodi

Tra i progetti cofinanziati dal ministero dell'Istruzione anche la «carta d'identità» digitale dell'edificio e sistemi cloud per gestire le emergenze post sisma

Smart cities, in arrivo oltre 33 milioni per l'architettura sostenibile, la sicurezza antisismica e la domotica. I progetti finanziati rientrano nel bando "Smart cities and Communities and Social Innovation" del Miur, giunto nei giorni scorsi al traguardo con la firma del decreto di ammissione alle agevolazioni - che prevede uno stanziamento di 350 milioni (305 milioni dal ministero tra credito agevolato e contributi a fondi perduto e il resto da centri di ricerca, atenei e imprese) per 80 progetti, di cui 32 di ricerca industriale che riguardano le cosiddette Città Intelligenti e 48 di Innovazione Sociale proposti da giovani under 30. (Clicca qui per l'elenco dei progetti ammessi ai finanziamenti )

Tra i progetti assegnatari dei fondi anche iniziative nel campo dell'architettura sostenibile e dei materiali innovativi, come per esempio il progetto "Rigers - Rigenerazione della città: edifici e reti intelligenti», (7,7 milioni di euro) che punta allo sviluppo di un sistema integrato di rigenerazione di edifici e reti smart grids con l'obiettivo di aumentare benessere e qualità della vita dei cittadini proponendo un «approccio multi energetico, ambientale, funzionale, sismico» che utilizza le Ict come strumento per dare risposta i bisogni concreti della città. Nel dettaglio, sarà realizzata una «piattaforma interoperabile cooperativa» per i centri urbani in grado di acquisire e gestire tutti i dati sulla consistenza, il funzionamento e i consumi degli edifici e di comunicare con altri sistemi informativi urbani già utilizzati dalle Pa. Gli edifici saranno dotati del Building Chip, una «carta d'identità» digitale, dinamica e georefenziata contenente tutte le informazioni sulla storia della struttura, dei suoi componenti tecnologici e degli impianti, dei consumi e delle emissioni dell'atmosfera e sulla manutenzione programmata che costituirà la banca dati necessaria per fornire servizi avanzati e per le relazioni con il cittadino. Alla piattaforma web potranno accedere le Pa (per la programmazione degli interventi di manutenzione, per esempio), ma anche i gestori delle reti e gli stessi cittadini, che potranno trovare informazioni per un uso consapevole delle abitazioni, nell'ottica dello sviluppo di una Città Sostenibile.

Altri 7,5 milioni di euro sono stati assegnati al progetto «Smart Concrete», che punta allo sviluppo di sistemi hi-tech per il monitoraggio strutturale e la messa in sicurezza di edifici e opere civili in calcestruzzo. Si tratta di soluzioni di Structural Health Monitoring (Shm) che permetteranno di tenere sotto controllo lo stato di salute delle strutture: attraverso l'uso di una rete di sensori integrati all'interno del materiale edilizio sarà possibile infatti monitorare costantemente diversi parametri - come, per esempio, lo stato di pressione interna nelle sezioni - per programmare adeguatamente gli interventi di manutenzione.

Da Trento a Napoli, smart city senza una regìa: clicca qui

La mappa dei progetti smart in 10 città italiane: clicca qui

Sul fronte della domotica e dell'antisismica, il bando Miur assegna 9,4 milioni al progetto Dioniso, - per la realizzazione di sistemi flessibili e interoperativi, sviluppati su piattaforme cloud, che consentiranno l'attivazione e la gestione delle emergenze post terremoto su singoli appartamenti , edifici pubblici o privati, ospedali e scuole - e 8,1 milioni a Seal, iniziativa che coinvolge 3 atenei in diverse regioni e 6 imprese (di cui 2 Pmi in Ati) con l'obiettivo di mettere a punto soluzioni innovative e integrate per la gestione dei consumi energetici, il controllo degli accessi, della qualità dell'aria per aumentare comfort e performance nei settori residenziale, infrastrutturale e industriale.

Dal Pf al crowfunding, la ricetta Cdp per città più smart: scarica il rapporto


© RIPRODUZIONE RISERVATA