Progettazione e Architettura

Eco-campus e un polo per le scienze, in Francia due concorsi con premi da 70mila euro

Mariagrazia Barletta

Due occasioni in Francia, due concorsi di progettazione a procedura ristretta, in due fasi, con incarichi ai vincitori.
L'unione dei comuni Durance Luberon Verdon cerca un team per la gestione del progetto di costruzione di un eco-campus dedicato alle nuove fonti energetiche. Il centro di formazione, dal costo di 8,4milioni di euro, sarà costruito nella cittadina di Sainte Tulle, nell'Alta Provenza. Quasi 3mila metri quadri di superficie utile, 1,7mila di spazi esterni, per ospitare all'incirca quattrocento alunni. All'interno della struttura, rigorosamente ispirata ai principi di sostenibilità ambientale, saranno ospitati spazi per l'insegnamento ed amministrativi, ma anche sale di riunione, di lavoro e uffici dove potersi scambiare saperi.
I partecipanti, anche riuniti in team pluridisciplinari, devono possedere competenze in diversi settori specialistici, quali: impiantistica, acustica, estimo, progettazione paesaggistica, strutturale e bioarchitettura. E' obbligatoria la presenza di un architetto. A ciascuno dei tre candidati che accederà alla seconda fase, sarà attribuito un premio di 70mila euro. La gara di progettazione si svolgerà sulla base di un progetto preliminare. Al vincitore andranno gli incarichi di progettazione e di direzione dei lavori e la gestione degli aspetti di sicurezza antincendio. Per le candidature c'è tempo fino al 12 marzo 2014 (ore 12).(Clicca qui per la documentazione )

Il Conseil général de Loire-Atlantique lancia un concorso per la costruzione di un polo delle scienze e per l'ampliamento della mensa della scuola Jean Mermoz a Nozay. Si tratta di lavori di risistemazione dell'esistente e di costruzione di nuove strutture, per un importo dei lavori stimato in 1,55milioni di euro. Il nuovo polo dovrà accogliere quattro aule per insegnamenti specialistici, due depositi e uno spazio espositivo, per una superficie di quasi cinquecento metri quadri.
Accederanno alla seconda fase della gara tre team, selezionati in base alle capacità tecnico-professionali ed ai requisiti economico-finanziari. Al vincitore saranno attribuiti, oltre agli incarichi di progettazione e di direzione dei lavori, anche il coordinamento del cantiere, la gestione della sicurezza antincendio e le simulazioni illuminotecniche e di termo-dinamica. Ciascuno dei finalisti riceverà un indennizzo di 10mila euro. Il termine per le candidature è il 19 marzo alle ore 12. (Clicca qui per la documentazione)


© RIPRODUZIONE RISERVATA