Progettazione e Architettura

Dal concorso al cantiere, al via i lavori per la biblioteca 5+1AA a La Spezia

Paola Pierotti

Nata da un concorso la biblioteca comunale firmata dallo studio genovese sarà costruita in un'area attualmente occupata dall'azienda dei trasporti. Laboratorio di cultura e riqualificazione urbana. Operazione da 2,8 milioni

Nata da un concorso di architettura, sarà costruita a La Spezia una nuova biblioteca comunale progettata dai genovesi 5+1AA Agenzia di Architettura. Un'operazione da 2,8 milioni che il Comune ha già appaltato alle imprese (Consorzio fra Costruttori CFC di Reggio Emilia).

Vedi le immagini del progetto

Nel quartiere del Canaletto, non lontano dal'asse viario a scorrimento veloce, via Carducci, che collega la città ligure con il casello autostradale (A12/A15) e la val di Magra, la nuova biblioteca sarà una porta di accesso con il tessuto urbano. Una porta come lo è la nuova biblioteca del comune di Chivasso costruita a ridosso della ferrovia (foto ), uno spazio pubblico che riqualifica il tessuto esistente come è accaduto a Maranello con la biblioteca firmata Arata Isozaki-Andrea Maffei.

La biblioteca crescerà in un'area occupata attualmente dall'azienda trasporti spezzina (ATC), ex Fitram, dove si trovano due capannoni. Uno di questi manufatti storici si caratterizza per una copertura a capanna che viene richiamata anche sui prospetti nord e sud con la realizzazione di timpani caratterizzati dalla presenza di ampie superfici finestrate per l'illuminazione interna dei locali. In seguito allo sviluppo della filovia e al crescente fabbisogno di superfici e locali da destinarsi a deposito e uffici, nel corso degli anni al complesso originario sono state aggiunte superfetazioni in struttura leggera ma anche in muratura.

Un concorso con tre finalità. La nuova biblioteca è nata con un concorso voluto dal Comune con l'obiettivo di disporre di uno spazio bibliotecario per soddisfare le esigenze della comunità, con l'intento di recuperare un'area dismessa ma anche di ricucire il territorio urbano e la sua fruibilità.

L'intervento proposto dallo studio 5+1AA consiste nella creazione di un nuovo centro urbano, propulsivo e funzionale rispondendo alla volontà dell'Amministrazione di ricreare un luogo per fornire spazi di incontro, lettura e svago.

All'interno ci sarà un piccolo auditorium, un'area lettura, un polo amministrativo, uffici per la biblioteca, locali di archivio e sale destinate alla lettura e alla consultazione libri. Intorno allo spazio principale il progetto si arrichisce di luoghi in cui si potranno ospitare piccoli eventi nell'area caffetteria, altri dove si potrà studiare nelle aree di consultazione, ed infine una piccola area per corsi di informatica.

«Nel secondo lotto, importante area di complemento della strategia urbana complessiva, si potranno collocare spazi per narrazioni bambini, mostre, convegni, incontri, spettacoli di intrattenimento e quant'altro andrà a formare la ricca programmazione rivolta al pubblico dell'infanzia e dell'adolescenza e operatori del settore educativo e culturale - spiegano i progettisti -. L'idea di questo impegnativo ma affascinante progetto scaturisce dalla convinzione che la lettura e la cultura qualora identificati con un luogo dedicato, possano divenire un'occasione di crescita, di formazione, di socializzazione».

Architettura come luogo di relazione e condivisione, di percezione e riscoperta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA