Progettazione e Architettura

Nel trevigiano scuola in classe A nel cuore di un parco agricolo

Francesca Oddo

Firmata da Made associati di Treviso la nuova scuola primaria di Sant'Elena di Silea. Primo tassello di un maxi progetto che porterà alla costruzione di un complesso scolastico di circa 10mila mq

Dedicata a Elena Lucrezia Cornaro, prima donna laureata della storia, la nuova scuola primaria di Sant'Elena di Silea nasce dal progetto di Made associati di Treviso (Michela De Poli, Adriano Marangon). Il primo stralcio (1.100 euro al metro quadrato) è stato realizzato in quindici mesi nell'ambito di un programma più ampio che porterà alla costruzione di un complesso scolastico di circa 9.900 mq dotato di un parco agricolo didattico di 10mila.

Le immagini del progetto

Il costo complessivo è di 3,1milioni e il denaro è anche già disponibile per i successivi stralci che verranno realizzati sempre da Made, ma bloccato dal patto di stabilità.

La realizzazione è avvenuta come scomputo oneri per Immobilmarca srl di San Zenone degli Ezzelini (Treviso), con la quale il Comune ha stabilito una convenzione, che ha chiamato De Poli e Marangon come progettisti.

La scuola sorge nella campagna appena fuori dal borgo abitato, in un contesto agricolo dove l'attenzione al rapporto fra costruito e paesaggio naturale diventa imperativa. Non è un caso, quindi, che la scelta dei progettisti sia caduta proprio su Made, fra gli studi italiani più sensibili alle possibilità di declinazione dell'architettura inserita nel paesaggio.

Nel lavoro di Made l'architettura non è mai un progetto preconfezionato, piuttosto prende forma dall'analisi del paesaggio. È quest'ultimo che da forma all'architettura. E in questo senso, ogni loro lavoro è diverso dall'altro, unico e inevitabilmente legato all'area sulla quale insiste.

La nuova scuola primaria di Sant'Elena di Silea fa eco all'andamento orizzontale del territorio, ne segue lo sviluppo, lo asseconda con due volumi bassi e allungati che sembrano dialogare con l'infilata delle viti e con la fascia delle spighe nei campi coltivati a grano. Il complesso si poggia quindi sul terreno con garbo, quasi silenziosamente per non interferire con la campagna. La scuola primaria è costituita da dieci aule, da altre destinate agli insegnanti, dall'aula computer, dalla biblioteca, dalla mensa con i relativi servizi di pertinenza e dall'ambito degli orti civici/parco agricolo-didattico.

La palestra e la scuola materna saranno l'oggetto del secondo stralcio. «La disposizione dei volumi, tutti monopiano, si predispone a intersecare la vista, il contatto e l'uso dello spazio aperto - spiegano i progettisti - sia in relazione alle possibili attività didattico-sportive della scuola sia in connessione con le possibilità di fruizione da parte di attività pubbliche esterne alla didattica».

La distribuzione planimetrica dell'edificio è stata organizzata in modo da costruire una stretta relazione fisico/visivo/funzionale con lo spazio aperto. La presenza dell'area agricola diventa l'occasione per organizzare la didattica "in campo". Il parco agricolo-didattico è pensato per costruire momenti di attività alternativa rispetto a quella più tradizionale che si volge all'interno delle classi, fornendo nuove opportunità educative: ogni classe potrà curare il proprio orto, mettere a dimora siepi e alberi da frutto, organizzare percorsi ambientali a integrazione dei curricula didattici delle materie scientifiche. Nella stessa ottica "ecologica" si inseriscono le scelte legate al risparmio energetico.

Certificata in classe A, la scuola sfrutta, per esempio, il 70% dell'energia che proviene dall'acqua di falda. La quota parte di energia che viene prelevata dall'acqua di falda è a tutti gli effetti rinnovabile, perché il terreno provvede continuamente a trasmettere l'energia a sua volta ricevuta dal sole.

I dati del progetto
Cronologia: inizio lavori aprile 2011 - fine lavori luglio 2012
Luogo: Sant'Elena di Silea (TV)
Committente: Immobilmarca srl
Progettista: MADE associati, Treviso
Ditta Esecutrice: CARRON Costruzioni Generali
Strutture: Studio Toso Riccio Ingegneria
Impianti: Ing. Stefano Melato
Acustica: PRO.TECNO s.r.l.
Progetto Idraulico: iDeVa Ingegneria
Superficie lotto: 9.920 mq. (scuola) + 10.000 mq. (parco agricolo didattico)
Superficie coperta: primo stralcio 1.779 mq.
Volume: 7.650 mc
Costo: 1.100€/mq


© RIPRODUZIONE RISERVATA