Progettazione e Architettura

Galleria di Base del Brennero, i servizi di ingegneria parlano tedesco

Alessandro Lerbini

Si parla solo tedesco nei servizi di ingegneria andati in gara per la Galleria di Base del Brennero, il tunnel ferroviario che collegherà Innsbruck a Fortezza. Nessuna società italiana, infatti, è riuscita a vincere uno degli ultimi quattro maxincarichi promossi da Bbt nel versante austriaco.

Dibit Kopa
di Innsbruck ha vinto le misurazioni geotecniche delle deformazioni e il tunnelscan nel lotto di prospezione E52 - Wolf 2 - Padastertal con uno sconto del 5,2% su un importo di 1,2 milioni (quattro i partecipanti).

La società Ait di Rimpar (Germania) si è aggiudicata i servizi di rilievi di controllo principale della Galleria di Base nell'area di progetto austriaca. L'esecuzione di tutti i provvedimenti costruttivi in superficie e in sotterraneo (cunicolo di trasporto dello smarino Padastertal, cunicolo di deviazione Padastertal, galleria di accesso Wolf, cunicolo esplorativo Wolf in direzione Ahrental, cunicolo esplorativo Ahrental in direzione Wolf, allacciamento alla circonvallazione di Innsbruck, cunicolo di soccorso Tulfes) sarà assistita e sorvegliata da una squadra che si occupa dei rilevamenti topografici (rilevamenti di controllo). Al bando hanno partecipato sette concorrenti. Il ribasso vincente è stato del 22,7% su 368mila euro.

Il raggruppamento guidato da Bernard Ingenieure ZT di Hall in Tirol (Austria) ha superato altre due società nel bando da 672mila euro per i servizi di ingegneria relativi alla direzione lavori nel lotto preliminare V41, camerone e pozzo Ahrental. Il prezzo offerto è stato di 430.900 euro, pari a uno sconto del 35,9 per cento.

Infine Pöyry Infra di Salisburgo realizzerà i servizi relativi alle verifiche del calcestruzzo, secondo la normativa ONR 23303 austriaca (verifiche sul calcestruzzo, applicazioni nazionali delle norme sul calcestruzzo e i materiali di base) del 1° settembre 2010, per i lotti E52 e H33. Due le offerte pervenute a Bbt: la migliore è stata di 163mila euro su un importo a base d'asta di 350mila euro (-53,5%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA