Progettazione e Architettura

Da Fs e La Sapienza un master in ingegneria dei trasporti

Sessioni in aula con il management del gruppo Fs italiane. Visite a cantieri e impianti ferroviari.
Stage su progetti di eccellenza, presso le aziende partner. Questi i punti di forza del master in «Ingegneria delle infrastrutture e dei sistemi ferroviari», impegno complessivo 1.500 ore, organizzato dall'università La Aapienza con la partnership del gruppo Fs Italiane. La domanda di ammissione dovrà essere presentata entro le 17 di domani collegandosi alla pagina web:
ww.Dicea.Uniroma1.It/master_iisf/domanda_ammissione .
Il master di secondo livello della facoltà di ingegneria è occasione per il gruppo Fs Italiane «per avvicinare al mondo ferroviario i neoingegneri che vogliono sviluppare il loro percorso professionale nell'ambito dei trasporti. Infatti, gli studenti termineranno il master con una tesi dedicata alle attività dello stage. Il master prevede borse di studio per 60mila euro (una di 1.800 euro riservata ai primi dieci della graduatoria finale; una di 1.500 euro per i neolaureati classificati fra l'undicesimo e il ventesimo posto; previsti inoltre contributi per non residenti nel Lazio), offerte da Ferrovie dello Stato Italiane e altre grandi aziende leader nel settore dei trasporti, come Ansaldobreda, Ansaldo Sts, Bombardier, Roma Metropolitane e, da quest'anno, anche Almaviva».
Per gli studenti, il master «sarà sia occasione per conoscere da vicino l'ingegneria ferroviaria sia opportunità di poter accedere al mondo del lavoro, anche in Ferrovie dello Stato Italiane, che è fra le imprese più ambite dai laureati italiani ed è classificata al secondo posto nella best employer of choice, studio condotto da Cesop communication».


© RIPRODUZIONE RISERVATA