Progettazione e Architettura

Gli architetti «di strada»: promozioni da 1euro/mq per avvicinare la professione alla gente comune

Paola Pierotti

L'iniziativa è promossa da un'associazione cultirale AAA (Architetti Ambulanti Associati) che ha attivato una prima promozione nei centri commerciali milanesi facendo pagare i progetti 1 euro/mq. La prossima settimana a Pavia il compenso agli architetti AAA sarà devoluto per operazioni pubbliche di manutenzione e restauro

Uno studio temporaneo di architettura mobile. È un'operazione di sensibilizzazione quella promossa dalla giovane associazione culturale AAA, Architetti Ambulanti Associati, finalizzata alla diffusione delle professioni legate all'architettura e al territorio in luoghi considerati non convenzionali. «Una scelta da tempi di crisi pensata per riscattare la depressione diffusa tra i professionisti. Rinunciamo a parte del compenso confidando sia un investimento sui committenti futuri» precisa Stefano Scianamè, presidente di AAA

Dai centri commerciali alle piazze, gli architetti escono dai propri studi e esercitano la loro professione vicino alla gente. «Una prima attività l'abbiamo promossa nei centri commerciali del milanese - racconta Scianamè - in due settimane abbiamo coinvolto 250 potenziali utenti a cui abbiamo offerto, in forma promozionale, progetti a 1euro al mq». Se un cliente sottoponeva all'attenzione dei progettisti la riqualificazione o la sistemazione di appartamento da 80 mq, gli architetti di AAA restituivano un progetto per 80 euro.

L'attività professionale come servizio civile? «Da questa prima esperienza abbiamo osservato che il mercato spesso diffida della figura professionale dell'architetto, anche perchè troppo spesso i colleghi - racconta Scianamè - sembrano essere lontani dalle esigenze della famiglia. C'è molto da fare per proporre alla gente comune soluzioni di recupero e valorizzazione del patrimonio, anche con soluzioni low budget».

La prossima tappa di AAA sarà a Pavia nei giorni 24-27 ottobre al Palazzo del Broletto. In questo caso l'associazione è stata coinvolta dall'Amministrazione comunale con l'obiettivo di lanciare «il professionista di strada». AAA ha coinvolto architetti e ingegneri per tenere lezioni su temi ordinari (dall'istallazione dei pannelli fotovoltaici, alla demolizione di setti in un alloggio da ristrutturare, dalle autorizzazioni agli incentivi) ma ci sarà spazio anche per fornitori e distributori che potranno avere visibilità durante l'iniziativa. «In questo caso AAA non ha chiesto compensi promozionali ma tutti coloro che avranno ricevuto la consulenza di un Architetto Ambulante Associato potranno dare un contributo volontario all'associazione e il ricavato - precisano i promotori - sarà devoluto al comune di Pavia per contribuire alla manutenzione/restauro di una testimonianza architettonica della città scelta insieme ai cittadini».

Quello dell'associazione AAA è un esperimento già tentato al centro Sarca di Milano e poco dopo al centro commerciale Metropoli di Novate Milanese. In aprile durante il Fuorisalone hanno partecipato al Goodesign di Cascina Cuccagna e da poco sono stati a MACEF all'interno del progetto Storie di cose sostenibili.

L'iniziativa è nata da alcuni architetti dell'Ordine di Milano, Stefano Scianamè, Luca Falaschetti e Melania Pasqualini, che spiegano come «offrire una consulenza gratuita possa rappresentare un investimento». Oggi l'associazione conta una decina di professionisti che nella loro vita quotidiana lavorano come liberi professionisti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA