Progettazione e Architettura

Lavori al via per il Teatro di Verbania. Opera da 17 milioni nata da un concorso

Paola Pierotti

Sarà pronto per Natale 2015 il centro eventi multifunzionale nato da un concorso nel 2006. Tutti i dettagli della storia: dal cambio di area, all'aggiudicazione dell'appalto integrato

Sono iniziati i lavori per il nuovo teatro di Verbania, un Centro Eventi Mutifunzionale nato da un concorso di progettazione vinto da un team guidato da Perez Arroyo.

Tutti i dettagli dell'aggiudicazione dell'appalto integrato e della cordata

L'area scelta, dall'Amministrazione Comunale di Verbania, per l'insediamento del nuovo Centro Eventi Multifunzionale è quella della ex arena in prossimità dell'area di confluenza del torrente San Bernardino con Il lago Maggiore.
.
Il nuovo edificio ospiterà una sala teatrale e musicale per 500 posti e delle sale polifunzionali, integrabili tra loro per mezzo di pareti manovrabili, che ne eleveranno la capienza fino a 900 posti. Inoltre saranno presenti sale prova,foyer, bar, ristorante ed un terrazzo panoramico per spettacoli verso il lago.

Dopo la fase di progettazione esecutiva, avvenuta a seguito dell'appalto integrato ad opera del gruppo degli architetti Giancarlo Marzorati e Fabrizio Bianchetti con l'ingegnere Stefano Rossi (per le parti strutturali), Tekser srl (per i progetti impiantistici) ed il geologo Fulvio Epifani (per le competenze geotecniche), è il momento di iniziare i lavori.

L'importo complessivo dell'opera è di 16 milioni 950 mila euro, dei quali 10 milioni arriveranno dalla Regione tramite il finanziamento del Pisu.I lavori, per non perdere il finanziamento Regionale, erogato grazie a contributi europei, dovranno essere conclusi entro il luglio 2015 .

E' già possibile dare alcuni"numeri" relativi al cantiere: «Possiamo stimare – dichiara il Direttore Tecnico di Notarimpresa, Stefano Franzini –, molto sommariamente, che l'entità delle maestranze che potranno operare nel CEM, fra addetti operanti in cantiere e quelli operanti nelle officine di produzione dei materiali di costruzione, potrebbe aggirarsi globalmente intorno alle 250 unità. Sicuramente un'opera del genere influisce sul territorio nel quale si colloca; la nostra ditta, unitamente alle ditte associate che sono già locali di per sé stesse, si avvarrà sicuramente di ditte della zona».

Le immagini del progetto


© RIPRODUZIONE RISERVATA