Progettazione e Architettura

Cucinella a San Paolo presenta il masterplan-modello per un quartiere degradato a Catania

Paola Pierotti

Mario Cucinella Architects partecipa alla 10° edizione della Biennale di Architettura di San Paolo, con il progetto di rigenerazione urbana del quartiere San Berillo (Catania – Sicilia). La Biennale che rappresenta il più importante evento di architettura nel Sud America richiama l'attenzione sulla città contemporanea e sulla mobilità

Mario Cucinella Architects partecipa alla 10° edizione della Biennale di Architettura di San Paolo, con il progetto di rigenerazione urbana del quartiere San Berillo (Catania – Sicilia). La Biennale che rappresenta il più importante evento di architettura nel Sud America richiama l'attenzione sulla città contemporanea e sulla mobilità.

Il masterplan firmato MCA e commissionato da ISTICA-CECOS, Risanamento San Berillo sarà nella sezione «Spazio Pubblico» della mostra affronta il tema della riqualificazione di un'ampia area urbana nel cuore della città di Catania, dismessa ed abbandonata al degrado da oltre 50 anni, capovolgendone la percezione ed il funzionamento.

«Quella che ad oggi viene vissuta dalla cittadinanza come una cesura profonda all'interno del tessuto urbano, diventa uno spazio passante e permeabile, contribuendo a ricollegare l'elegante centro barocco della città, con la stazione ferroviaria e il porto. Il progetto - spiega l'architetto bolognese - con un volume di oltre 240.000 mq prevede la creazione di un ampio boulevard pedonale, un corridoio alberato che ricalcando il tracciato della metropolitana in costruzione al di sotto dell'area di progetto, ne articola la struttura». Attorno al boulevard, una serie di funzioni variegate animano i volumi di progetto, che compongono un articolato sistema di logge e terrazze in continuità con lo spazio pubblico.

Qui i dettagli del progetto

Edifici e boulevard si fondono in un unico grande giardino, pensato per rigenerare il tessuto urbano al suo intorno con la qualità dei suoi spazi collettivi. Un ulteriore tratto distintivo del masterplan è l'estrema versatilità volumetrica e spaziale dei suoi bordi edificati, concepiti per ricucire e valorizzare un tessuto urbano esistente estremamente articolato. Si costituisce in questo modo un fronte rigoroso e compatto verso nord che dialoga con i densi isolati del centro città e si presenta decisamente più rarefatto a sud, con pochi edifici dal valore iconico, inseriti all'interno di un contesto urbano più polverizzato e recente.

Tra le opere si prevede un parcheggio pubblico interrato su 3 piani di mq 10.900. Tale parcheggio avrà un ruolo cruciale nella nuova vita del quartiere San Berillo centralizzando i parcheggi pubblici e fungendo perciò da fulcro nella logistica del nuovo centro di Catania.

Le immagini del progetto


© RIPRODUZIONE RISERVATA