Progettazione e Architettura

Roma, l'istituto archeologico tedesco si affida a Insula per il restauro

Paola Pierotti

La società di progettazione alla guida di un team composto da Wenzel + Wenzel, Svei, IGP Ingenieurgesellschaft, Bollinger-Grohmann e Studio 104

Per contrastare la crisi del mercato nazionale della progettazione, una buona alternativa può essere offerta dalla committenza straniera che opera in Italia. A Roma, la società di progettazione Insula guiderà il team composto da Wenzel+Wenzel, Svei, IGP Ingenieurgesellschaft, Bollinger-Grohmann e Studio 104, per la progettazione esecutiva e la direzione lavori della ristrutturazione della sede romana dell'Istituto archeologico tedesco (Dai).

L'edificio originale collocato nel centro di Roma risale al 1962 e non rispondeva più agli attuali standard di sicurezza. L'istituto archeologico tedesco ha dovuto spostare dal 2008 le sue attività in una sede temporanea.

La ristrutturazione comincerà nel 2014 e la consegna è prevista per il 2017. La superficie interessata dal nuovo intervento è di 8.000 mq.


© RIPRODUZIONE RISERVATA