Progettazione e Architettura

Marina Verde, il nuovo resort di Caorle in Classe A+

Paola Pierotti

Marina Verde Wellness Resort è un nuovo complesso a vocazione turistica e residenziale che sorge lungo il litorale Adriatico, a Caorle, poco lontano da Venezia). «Il nostro preciso intento – precisa Carlo Falconera, amministratore unico di Marina Verde - è stato quello di naturalizzare un intervento edilizio affinché l'area verde fosse predominante sul costruito con un inconsueto rapporto 1 a 1». La nuova architettura si caratterizza per la presenza di tetti giardino, corti interne, vialetti, fioriere, giardini e dal Parco del Mare (parco che permette di arrivare alla spiaggia attraverso un percorso ricco di vegetazione autoctona, con giochi di luce e acqua).

L'idea del progetto è di Carlo Falconera, Manuela Marchesan, Gabriele Bellinazzi e la committenza è la società Marina Verde. L'operazione è stata possibile grazie all'impegno di numerosi professionisti: per il progetto architettonico è stato incaricato lo Studio P&B associati, per quello strutturale Massimo Urso e l'architettura degli interni è firmata da Simone Micheli.

Vedi la gallery fotografica

«Marina Verde Wellness Resort parla il linguaggio di un'architettura contemporanea dove l'ecologia si combina con la tecnologia e la tecnica si sposa con la ricerca» spiegano i promotori.

Il progetto architettonico. Marina Verde Wellness Resort è composto da due semplici volumi rivolti a sud avvolti e integrati nel verde che comprendono 75 residenze di alto livello e di varie dimensioni, con ampie terrazze vista mare. Gli attici sono dotati di tetti giardino e piscine private, nella struttura c'è anche una sala congressi e 2.500 mq di zona solarium con piscine riscaldate per adulti e bambini, 2.000 mq di centro benessere articolato attorno a giardini colmi di verde, acqua e luce zenitali.

Il resort veneziano è il primo edificio in Italia a sette piani fuori terra ad essere realizzato quasi interamente in legno. «Struttura a sette piani su colonne, in legno lamellare per tutti i pilastri, i rivestimenti parete, le travi e la copertura di 8.000 mq di superficie, con l'unica eccezione del vano scale e di alcuni pilastri esterni» dicono i progettisti.

Numerose le strategie attive e passive adottate per realizzare un'architettura certificata «Casa Clima Resort classe A+» : tra queste la geotermia di falda utilizzata per il raffrescamento, il riscaldamento e l'acqua calda sanitaria con il supporto di pannelli solari, i pannelli fotovoltaici per produrre corrente elettrica, la ventilazione meccanica, l'illuminazione a led, la domotica che permette il controllo dei carichi elettrici, le pareti esterne ombreggianti e il verde per mantenere i livelli di temperatura interna.

Gli interni. «I volumi degli interni, connotati da candidi vuoti e elementi basilari, contribuiscono a semplificare la vita e eliminare il ridondante. In ogni appartamento - racconta Simone Micheli - pochi arredi assumono una valenza simbolica ed esprimono l'essenzialità del gesto architettonico. Gli ambienti aperti e luminosi consentono la compenetrazione di diversi ambiti funzionali rendendo lo spazio fluido». Così la zona living, con pavimento in grès porcellanato con trame lignee si estende senza interruzioni verso l'esterno nella terrazza affacciata sul mare. Allo stesso modo la cucina con superfici planari in solid surface ed armadiature laccate a tutta altezza si compenetra con l'area pranzo.

Le camere da letto presentano analoghi armadi con ante laccate e maniglie ellittiche cromate. «Il letto sembra essere sospeso da terra e tale effetto è accentuato da una soffusa luce azzurra led emanata alla sua base» spiega Micheli. L'architetto ha cercare di costruire un ambiente dove praticità e artisticità si compenetrano, natura e tecnologia si completano, comfort ed intrattenimento si fondono.

Alcuni dettagli del progetto:
Superficie totale: 15.000 mq
Superficie di intervento: 10.000 mq
Due edifici a sette piani fuori terra
Area totale centro benessere/spa/verde: 2.000 mq
n. 75 residenze turistiche: 4.000 mq
Area servizi dedicati alla zona resort: 1.000 mq
Area parcheggi (n.186 posti auto): 4.500 mq
Superficie totale terrazze con vista mare: 3.000 mq
Cafe' de Mar a servizio del resort: 300/550 mq
Reception a servizio del resort e del centro benessere: 100 mq
Sala convention da 56 posti
Zona solarium con piscina relax riscaldata diametro 18 metri e piscina sportiva 6x25 mt: 2.500 mq
Verde comune: 2.000 mq
Attici con prestigiose terrazze e tetti/giardino con vasche d'acqua/spa e piscine private: 1.000 mq


© RIPRODUZIONE RISERVATA