Progettazione e Architettura

Renzo Piano nominato senatore a vita

Alessandro Lerbini

La carica attribuita oggi dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - Lascia un commento

Renzo Piano nuovo senatore a vita. L'archistar genovese è stato nominato oggi (commenta la notizia sotto) dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, insieme al maestro Claudio Abbado, la professoressa Elena Cattaneo e il professor Carlo Rubbia, che «hanno illustrato la patria per altissimi meriti nel campo scientifico, artistico e sociale» si legge in una nota del Quirinale.

Nato nel 1937, Renzo Piano vincitore del Premio Pritzker consegnatogli dal Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton alla Casa Bianca nel 1998, è anche il primo italiano inserito dal Time, nel 2006, nella Time 100, l'elenco delle 100 personalità più influenti del mondo, nonché tra le dieci più importanti del mondo nella categoria Arte ed intrattenimento. Nel 2010 il Renzo Piano Building Workshop è inoltre il primo studio di architettura per fatturato sia in Francia, con 45 milioni e 785 mila euro, sia in Italia, con 11 milioni e 294 mila euro dichiarati.

Nato a Genova, nel quartiere Pegli, in una famiglia di costruttori, dopo aver ottenuto la maturità classica frequenta le facoltà di Architettura di Firenze e Milano; laureatosi nel 1964 al Politecnico di Milano diventa allievo di Marco Zanuso. A Milano lavora per un lungo periodo presso lo studio di Franco Albini.
La sua è una carriera scandita da grandi opere, in Italia e nel mondo. Nel 1981 Piano fonda il Renzo Piano Building Workshop (RPBW), con uffici a Genova, Parigi e New York. Nel 1988 il Comune di Genova gli affida l'incarico di ristrutturare il Porto Antico, in vista delle Celebrazioni Colombiane (Expo '92 Genova), festeggiamento dei 500 anni della scoperta dell'America.

Nel 1992 gli viene affidato l'incarico di ricostruire l'area di Potsdamer Platz a Berlino. I lavori si protrarranno fino al 2000 e coinvolgeranno numerosi architetti tra cui Giorgio Grassi, Hans Kollhoff, Helmut Jahn, David Chipperfield, Diener + Diener e molti altri. Nel 1994 vince il concorso internazionale per il nuovo Auditorium Parco della Musica di Roma, inaugurato nel 2002.
Nel 2004 porta a compimento la Chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo.
Nel 2008, dopo quasi dieci anni di progettazione e lavori, viene inaugurata poi la California Academy of Sciences di San Francisco. Tra gli edifici più eco-sostenibili al mondo per la ricercatezza con cui sono stati scelti i materiali. Nel 2006 Thomas Pritzker, chairman della Officer of The Pritzker Organization e membro della giuria che assegna il Premio Pritzker, lo sceglie per progettare la sua villa ad Aspen, che diventerà il primo progetto di residenza privata
unifamiliare di Piano.

Il 5 luglio 2012 a Londra viene inaugurato The Shard (La Scheggia), di cui Renzo Piano è progettista, che con i suoi 310 metri risulta, al momento, il più alto grattacielo d'Europa e 45esimo al mondo. Nello stesso 2012, viene presentato il progetto di RPBW del Nuovo palazzo di Giustizia di Parigi, un grattacielo di 160 metri che diventerà la più alta costruzione della città dopo la Tour Eiffel. Si laurea al Politecnico di Milano nel 1964. Vincitore, tra l'altro del Premio Pritzker (Washington), Praemium Imperiale, (Tokyo), Erasmus (Amsterdam), Leone d'Oro, (Venezia). Dal 1994 è Godwill Ambassador dell'Unesco per la Città. Ha costruito spazi pubblici per le comunità, musei, università, sale per concerto, ospedali. Tra i suoi più importanti progetti il Centro Culturale Georges Pompidou a Parigi, l'aeroporto Kansai in Giappone, l'auditorium Parco della Musica a Roma, il museo dell'Art Institute a Chicago, il nuovo Campus della Columbia University a New York.
Nel 2004 istituisce la Fondazione Renzo Piano, con sede a Genova, organizzazione no-profit dedicata al supporto dei giovani architetti, che accoglie a «bottega».

LE CONGRATULAZIONI DEGLI ARCHITETTI

«Gli architetti italiani esprimono le più vive congratulazione a Renzo Piano per la sua nomina a senatore a vita e plaudono al presidente della Repubblica che, con la sua scelta, ha voluto celebrare l'importante contributo intellettuale dell'eminente progettista alla diffusione della cultura architettonica in Italia e all'estero».
Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.
«Ci auguriamo – continua - che questa nomina possa stimolare un profondo cambiamento, assolutamente indispensabile, nell'attenzione e nella sensibilità che il Paese e le sue istituzioni hanno verso la qualità dell'architettura e le città italiane e che inauguri una rinnovata attenzione nei confronti dell'ambiente, del paesaggio e dei territori, nonché quella nei confronti della qualità del progetto. Allo stesso modo ci auguriamo che, al più presto, possa ripartire la proposta di legge sulla qualità dell'architettura che premia la realizzazione delle opere pubbliche attraverso concorsi di progettazione o di idee, rispondendo al principio che l'architettura non riguarda solo gli architetti o i costruttori ma, soprattutto, i cittadini».

«Tutto ciò – conclude - per porre fine alla fuga all'estero alla quale sono costretti moltissimi giovani architetti per poter svolgere la professione, dimostrare le proprie capacità ed avere una prospettiva di vita personale e professionale. Strada questa che è stata, in parte, percorsa anche da Renzo Piano che, come sappiamo, ha svolto all'estero gran parte della carriera con committenti che hanno saputo valorizzare le sue straordinarie capacità di progettista e di intellettuale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA