Progettazione e Architettura

La città come interscambio. Aggiudicato il concorso under 35 AAAarchitetticercasi 2013

Paola Pierotti

Social Market. La città come interscambio. È questo il tema del progetto vincitore del concorso AAAarchitetticercasi 2013, dedicato a professionisti under 35 e promosso da Federabitazione Lombardia - Confcooperative, promosso quest'anno insieme a Generali Immobiliare Italia SGR con il patrocinio del Comune di Milano, Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e Legacoop Abitanti Lombardia.

Dai lavori delle giurie sono stati individuati 3 vincitori e 3 progetti meritevoli di menzione,
distintisi nel concorso di idee che quest'anno ha lavorato sulla residenza cooperativa e i temi della sostituzione, del riuso e della rigenerazione urbana adottando come campo di elaborazione l'area di via Pestagalli 45, proprietà di Generali Immobiliare Italia SGR - Fondo Cimarosa.

Il progetto vincitore è firmato da un gruppo di giovanissimi composto da Marco Jacomella (1984), Carla Ferrer Llorca (1987), Andrijana Sekulic (1987), Gianmaria Socci (1985), Claudio Esposito (1987) e Salvatore Di Dio (1983).

Vedi le immagini del progetto vincitore

Il secondo premio è stato assegnato al progetto «Caleidoscopio sociale» presentato dal gruppo
composto da Ettore Bergamasco (1978), Andrea Starr Stabile (1977), Elena Benedetta Bigioni
(1985), Francesca Pedrazzi (1982), Annalisa Desole (1985), Nicola Filippo Davide Jacini (1978) e i collaboratori Nicolò Olivieri (1988), Alex Fortis (1989), Masaki Yamaguchi (1987), Federico
Bressanelli (1991). Ancora, il terzo premio è stato conferito a va al progetto «Log. Abitare connessi» presentato da Giorgia Cilli (1987) e Arianna Veloce (1987) con Alessandro Fiorentini (1987) e Stefano Zagni
(1985).

Le menzioni. Nonostante la giovane età dei partecipanti e la multidisciplinarietà del bando i progetti pervenuti hanno saputo proporre soluzioni mature e spunti di interesse che la giuria scientifica ha voluto premiare con tre menzioni d'onore. Una menzione speciale per la qualità della proposta presentata è stata assegnata a G.R.O.W. in Santa Giulia di Giulio Viglioli, Simona Bertoletti, Filippo Cavalli, Antonio Sportillo, Giulio Ghirardi, Pietro Bodria, Laura Cantadori e Lorenzo Zanni. Menzioni d'onore, infne, anche per i progetti LAN_Local Area Network di Francesca Massi, Pietro Bellucci, Leila Bochicchio, Pasquale Buonpane, e PLUGIN di Ettore Donadoni, Marco Baccarelli, Valentina De Palo e Serena Di Giuliano.

I premi. Oltre ai riconoscimenti economici, l'edizione 2013 di AAA architetticercasi™ assegna ai tre gruppi finalisti strumenti e occasioni per accedere alla professione: uno spazio di coworking in
comodato gratuito per un anno (spese comprese) per insediare la start-up di uno studio
professionale e l'inserimento in una lista di progettisti meritevoli (i primi tre entreranno nell'albo
fornitori di Generali, i primi dieci in un albo di merito che Federabitazione e Legacoop si
impegnano a promuovere fra le proprie realtà nel campo della residenza sociale e cooperativa sul territorio nazionale).

Infine ai vincitori sarà fornita la consulenza legale e fiscale qualora intendessero costituirsi in cooperative di professionisti. Un vero trampolino di lancio per avviare la propria professione.

«La sfida proposta dal bando era complicata e i giovani architetti hanno saputo offrire spunti interessanti con idee innovative in particolare sui servizi e sulle applicazioni delle tecnologie informatiche alle relazioni - commenta Alessandro Maggioni, presidente Federabitazione Lombardia - Confcooperative - . Il nostro sogno è che questa edizione, caratterizzata da un premio così particolare, possa generare potenziale lavoro. Il momento è complesso ma l'apertura ai giovani è per il mondo cooperativo una volontà fondamentale e strutturale che auspichiamo si diffonda, dando fiducia e sostegno a questi progettisti che hanno dimostrato di essere maturi per la professione e più avanti della società media italiana».

«Generali Immobiliare Italia SGR ritiene importante in un momento difficile come quello attuale
creare delle opportunità per i giovani che intendono lavorare nel settore immobiliare. Questi
architetti sono una risorsa preziosa per chi come noi investe nel settore immobiliare: da un lato
hanno certamente molte barriere all'ingresso, dall'altro però hanno l'opportunità di contribuire al
rinnovamento dell'industria immobiliare del Paese che è da sempre, e non solo in Italia, uno dei
settori trainanti dell'economia - Giovanni Maria Paviera, ceo di Generali Immobiliare Italia SGR
- . Penso che si tratti di una sfida istruttiva per i giovani che hanno la possibilità di "mettersi in
gioco" , ma altrettanto stimolante è per chi come noi ha fatto parte della giuria e si è trovato a
interpretare i progetti presentati e a scegliere i vincitori».

Per i dettagli dell'iniziativa si può consultare il sito AAAarchitetticercasi , dove sono già consultabili tutti i progetti e gli elaborati presentati, insieme ai video realizzati dai gruppi partecipanti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA