Progettazione e Architettura

Onsitestudio progetta a Milano l'albergo sostenibile di Reale Immobili

Paola Pierotti

Reale Immobili, società del Gruppo assicurativo Reale Mutua, ha ufficializzato l'aggiudicazione del concorso privato (anticipata da Progetti e Concorsi) per una nuova struttura alberghiera in Piazza Duca d'Aosta a Milano. Tra 15 studi invitati si è distinto lo studio milanese Onsitestudio.
Obiettivo della società immobiliare è quello di aprire un nuovo hotel di grande prestigio nel capoluogo lombardo, puntando sull'incremento dell'efficienza energetica dell'intero fabbricato, sulla riqualificazione del sistema strutturale e alla creazione di un numero consistente di nuovi posti di lavoro. "L'intento di Reale Immobili è concepire una struttura che abbia un indice di energia primaria per il riscaldamento sotto i 28 kWh/m2/anno. Si tratta di una vera e propria "sfida sostenibile" - dicono dal gruppo - poiché sarà applicato a un albergo di un centro urbano ad alta densità e con forti vincoli architettonici".

Grazie all'utilizzo di tecnologie altamente performanti, il risparmio energetico stimato si attesterà intorno al 35%; per il trattamento dell'aria di ventilazione, per esempio, in un anno si risparmierà il 70-80% dell'energia, anziché l'usuale valore di circa il 50%. La produzione di acqua calda sanitaria, che per il settore alberghiero costituisce una quota importante dei consumi, sarà costituita, per il 65%, da fonti rinnovabili attraverso pompe di calore.

Il progetto Onsitestudio è in continuità con l'immagine dell'edificio esistente senza voler aggiungere un elemento di novità dirompente ma, anzi, cercando di entrare in sintonia con l'ambiente attraverso la congruenza dei suoi materiali, forme e struttura spaziale. "Anche la Commissione per il Paesaggio del Comune di Milano - dicono da Reale Immobili - ha gradito il disegno apprezzandone la ritrascrizione del vecchio palinsesto dell'edificio esistente in una versione moderna e leggiadra e lo valuta come un esempio positivo di sostituzione edilizia".


© RIPRODUZIONE RISERVATA