Progettazione e Architettura

Politecnica sbarca in Costa d'Avorio, contratto per la ristrutturazione del patrimonio edilizio giudiziario

Paola Pierotti

La società emiliana si aggiudica gara internazionale per la costruzione di un carcere e di un tribunale e la riorganizzazione della scuola di polizia nel paese africano

Politecnica in Costa d'Avorio. La società di ingegneria emiliana è stata scelta dal governo ivoriano per assistere il proprio Ministero della Giustizia nella ristrutturazione del sistema edilizio giudiziario del paese africano. Il contratto è finanziato dalla Comunità Europea.
Il progetto – della durata di oltre 2 anni - prevede la costruzione nella capitale Abidjan e nella seconda città del paese, San Pedro, di un nuovo carcere nazionale, un nuovo tribunale, la riorganizzazione della scuola di polizia e la realizzazione di un edificio forense.
I servizi di progettazione e di direzione dei lavori dell'intero intervento sono stati oggetto di una lunga gara internazionale, al termine della quale l'offerta tecnica ed economica della società italiana è risultata vincente sulla concorrenza.
«In Costa d'Avorio - ha commentato Federica Federzoni, presidente della società - si moltiplicano i segnali della ritrovata affidabilità-paese, fra cui il più emblematico è il ritorno nella capitale del quartier generale della Banca Africana di Sviluppo (AfDB)».


© RIPRODUZIONE RISERVATA