Progettazione e Architettura

Progetti «green» nelle isole minori, al via il concorso internazionale Marevivo

Alessia Tripodi

Il bando aperto ad architetti e ingegneri premierà le migliori idee per l'utilizzo delle energie rinnovabili nel rispetto della sostenibilità e del paesaggio - Le proposte vanno inviate entro il 30 settembre 2013

Una gara internazionale per selezionare i migliori progetti di utilizzo delle energie rinnovabili nelle piccole isole e nelle aree protette del Mediterraneo. E' stato presentata oggi a Roma la nuova edizione del concorso «Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane - Energie rinnovabili e paesaggio» lanciata da Marevivo insieme con il Gse (Gestore dei Servizi Energetici), l'Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile), Citera (Centro di Ricerca Interdisciplinare Territorio Edilizia Restauro Ambiente) dell'Università di Roma La Sapienza, i ministeri dei Beni culturali e dell'Ambiente (clicca qui per scaricare il bando ).

Il bando è aperto ad architetti e ingegneri italiani ed europei (ma anche a industrial designer, studi o gruppi professionali, società di progettazione) e punta a premiare le proposte più innovative e mirate all'efficienza, al risparmio energetico e all'utilizzo delle fonti di energia «verde» nel rispetto delle peculiari caratteristiche del paesaggio mediterraneo. I settori d'intervento per i progetti saranno le aree portuali, l'illuminazione pubblica, gli edifici, la mobilità sostenibile a terra ed in mare e i fari.
L'edizine 2013 del concorso - realizzata in collaborazione con Ancim, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Marina Militare e gode del contributo di Fondazione Nando Peretti, Enel e Trevi Energy - è caratterizzata da un coinvolgimento diretto Comuni delle piccole isole. Un questionario ad hoc, in formato multimediale, è stato messo a disposizione dall'Enea per intercettare gli interventi ed i campi d'azione ritenuti prioritari dai Comuni delle Isole Minori: il Giglio, Capri, Ischia, Ponza, Carloforte, Capoliveri, Santa Marina Salina sono le prime isole che si sono mobilitate per il progetto.

I premi - di valore compreso tra i mille e i 3mila euro - sono distinti a seconda della tipologia di progetto: ‘mobilità sostenibile a terra ed in mare', ‘aree portuali', ‘illuminazione pubblica', ‘edifici', e ‘fari'.
I progetti dovranno essere presentati entro il 30 settembre 2013 al seguente indirizzo: Gestore dei Servizi Energetici – GSE Spa, viale Maresciallo Pilsudski, 92, 00197 Roma, nelle seguenti modalità: mezzo posta, mezzo corriere o a mano.
Il Gse ha messo a disposizione anche la casella di posta concorsoidee@gse.it per chiarimenti e comunicazioni sul bando.


© RIPRODUZIONE RISERVATA