Progettazione e Architettura

Al via premio architettura al femminile

«Italcementi Group intende dar vita a una «discriminazione positiva» a favore delle donne nel mondo della professione di architetto». Così Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi, ha presentato a Milano «arcVision Prize - Women and Architecture». È un premio internazionale d'architettura al femminile destinato, spiega una nota del gruppo, a «selezionare le progettiste che abbiano meglio interpretato il ruolo dell'architetto con opere significative nel campo delle costruzioni civili, residenziali, di servizio, con particolare attenzione a sociale, cultura ed educazione».
I risultati di «arcVision Prize» saranno divulgati l'8 marzo 2013, Giornata Internazionale della Donna. Fanno parte della giuria, fra le altre, Vera Baboun, sindaco di Betlemme, gli architetti Odile Decq e Benedetta Tagliabue, Kazuyo Sejima (che nel 2010 ha diretto la Biennale di
Architettura di Venezia) e Martha Thorne, executive director del Pritzker Prize.
In occasione dell'istituzione del Premio, inoltre, Italcementi presenta un nuovo libro in cui raccoglie un'esperienza ultradecennale di dialogo con il mondo della progettazione internazionale. Il libro, dal titolo «Millennium - Incontri con l'Architettura», è a cura di Stefano Casciani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA