Progettazione e Architettura

Calcestruzzo: materiale contemporaneo e low cost che fa dialogare pelle e struttura

Paola Pierotti

Il cemento è un materiale flessibile, duttile e perfetto per costruire la città sostenibile del futuro». Così Carmen Andriani, curatrice della collana «Le Forme del cemento» edito da Gangemi per Aitec (Associazione italiana tecnico economica cemento) ha sintetizzato la modernità di un materiale che ha caratterizzato la storia delle costruzioni dagli inizi del '900 fino a oggi.

«Il cemento non è un materiale come gli altri – ha detto Andriani in occasione della presentazione dell'ultimo volume dedicato alla 'Sostenibilità' – e va ricordato che è un brevetto in continua evoluzione». Architetti come i giapponesi Toyo Ito e Kazuyo Sejima o come gli anglosassoni David Chipperfield e Zaha Hadid hanno dimostrato con le loro opere più recenti l'attualità di un materiale scelto per realizzare landmark urbani.

Ma sono tante anche le architetture in cemento low cost. Il cemento è stato scelto ad esempio da Valerio Olgiati per costruire un centro visitatori nel Parco nazionale svizzero a Zernez, ma è protagonista anche di spazi pubblici, a partire dalla passeggiata lungo il Rodano a Lione. Il cemento è un materiale versatile usato per pensiline e ponti, musei e scuole. Se Tadao Ando a Venezia nella Punta della Dogana ha lavorato con il calcestruzzo, enfatizzandolo con pannelli leggeri e levigati, che sono diventati ormai un marchio nella sua attività, Cino Zucchi a Torino nel Museo dell'Automobile si è confrontato con un manufatto in cemento degli anni '60.

Ancora, a differenza di altri materiali il cemento fa dialogare la pelle con la sostanza della costruzione. Se negli anni più recenti l'innovazione ha puntato sulla ricerca di involucri ad alte prestazioni 'da aggrappare' alla struttura dell'edificio, con lo spessore del calcestruzzo e l'innovazione delle sue performance si sono aperte nuove strade per il design contemporaneo.

Design e calcestruzzo: gallery con le opere di Miguel Fisac, Alvaro Siza, Guillermo Consuegra e Giancarlo Mazzanti

Inchiesta dedicata all'architettura di cemento «Riciclo, la seconda vita del cemento» sul prossimo numero di «Progetti e Concorsi» in distribuzione da lunedì 11 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA