Progettazione e Architettura

Algeria, cordata italiana si aggiudica la progettazione di cinque hotel (4,2 milioni di parcella)

P.P.

Un team italiano ha battutto colleghi internazionali in Algeria aggiudicandosi il contratto per la ristrutturazione e l'ampliamento di cinque alberghi. «Si tratta di un'importante gara tra le numerose bandite dal governo Algerino che è proprietario degli immobili - racconta Oddi Baglioni, amministratore unico di Lenzi Consultant - per migliorare la ricettività alberghiera del Paese. Il governo si occupa della progettazione, mentre la gestione sarà affidata ai privati».

Lenzi Consultant con Cooprogetti, Reconsult e Studio Bellini, insieme alla società algerina Archiquest si sono aggiudicati quindi la progettazione per ampliare e ristrutturare cinque hotel.

«Gli alberghi in questione - racconta Oddi Baglioni - sono stati progettati dall'architetto francese Pouillon e spaziano tra le più diverse soluzioni architettoniche. In fase di progettazione abbiamo quindi dovuto confrontarci con l'interessante razionalismo strutturale dell'albergo Seybouse, dove i pilastri rastremati dal basamento dettano l'andamento di tutte le facciate, ma anche con una fiabesca costruzione, che ricorda l'architettura di Gaudì, arroccata sulla parete di una foresta di querce da sughero che affaccia, su una delle coste più belle della baia di Annaba».

Un terzo hotel oggetto del concorso, denominato El Mordjane, «è caratterizzato invece da un torrino arabeggiante» aggiunge Oddi Baglioni. Si tratta in questo caso di un albergo caratterizzato dalla linearità orizzontale con un layout particolarmente articolato. Per il quarto albergo, le terme di Chellala, la cordata italiana ha proposto nuova nuova struttura ricettiva capace di dialogare con il contesto. Infine, la gara comprendeva anche un piccolo albergo nella città di Guelma dove si richiede un intervento capace di riposizionarlo sul mercato.

«Gli interventi richiederanno non solo una riqualificazione totale delle strutture - ha aggiunto Oddi Baglioni che guida la cordata italiana - ma anche ampliamenti importanti, in cui sarà interessante relazionarsi con l'architettura esistente e con il contesto, distinto e differenziato in ciascuna delle cinque operazioni».

Il valore dell'investimento è di circa 91 milioni di euro mentre la parcella professionale (che prevede il progetto preliminare, definitivo, esecutivo e direzione dei Lavori) è di 4,2 milioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA