Progettazione e Architettura

Nasce OpenMind Roma, il 19 gennaio inaugurazione con Allan Wexler

L'associazione Open City Roma, che lo scorso maggio ha introdotto in Italia l'evento Open House, da il via adesso a Open Mind Roma, un vero e propro happening che si svolgerà mutuando dall'America il concetto di serietà informale.
Ospite dell'evento inaugurale di sabato 19 gennaio a Roma - presso la galleria "Come se" in via dei Bruzi - sarà l'architetto Allan Wexler, artista americano che ha insegnato alla Bauhaus di Weimar, alla Cooper Union e al Pratt Insitute ed è ora docente alla Parson The New School Of Design di New York. E' rappresentato dalla galleria Ronald Feldman Fine Art, NYC, e oltre ad altri numerosi premi e concorsi ha vinto nel 2004-2005 il Rome Prize Fellowship nel Design. Nel 2008 il suo lavoro è stato selezionato per la Triennale di Milano "A House for All".
Wexler parlerà del labile confine tra le discipline e specificatamente tra le opere d'arte figurative e le opere d'arte applicata, nella breve lecture dal titolo «On the Fine Art of Applied Art». Da 30 anni l'artista indaga l'interazione tra funzione, desiderio ed invenzione, tradotti nel progetto attraverso un continuo sfocamento tra scultura ed architettura.
L'evento è solo il primo di un ciclo di eventi "Open Mind": sulla scia di Open House Roma, che ha aperto le porte di 100 edifici tra i più belli della Capitale, il cammino prosegue approfondendo la conoscenza dell'architettura, sottolineando le ricerche, le esperienze e le sperimentazioni non solo affini al suo specifico campo, ma estese alle interazioni virtuose tra questo e i domini dell'arte, delle scienze sociali e dell'ecologia attraverso delle lecture pluridisciplinari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA