Progettazione e Architettura

Alemanno: a febbraio concorsi per il parco delle Arti e il restauro dello stadio Flaminio

Paola Pierotti

«A febbraio lanceremo il concorso di progettazione internazionale per il parco delle Arti e della Musica, il grande progetto pensato da Renzo Piano per creare una continuità tra Villa Glori, l'auditorium, il Maxxi e il foro italico attraverso il Ponte della Musica. Poi lanceremo la gara per la realizzazione». Così il sindaco di Roma Gianni Alemanno annuncia un concorso di architettura per Roma Capitale.

In occasione dei festeggiamenti per i 10 anni di vita dell'auditorium il Comune di Roma punta a regalare un nuovo tassello di contemporaneità nell'area del Flaminio. «Il progetto - ha spiegato Alemanno - costerù 30 milioni, che non é una cifra inarrivabile, ma la nostra ambizione é di realizzarlo in project financing».

Il Comune ha comprato le caserme di via Guido Reni (dove si trova il Museo Maxxi), che sono disponibili per la trasformazione definitiva «anche se abbiamo ancora alcuni nodi burocratici da sciogliere per poterle utilizzare» ha commentato il sindaco.

Il progetto del parco delle arti e della musica fu presentato ufficialmente per la prima volta circa due anni fa, in occasione degli stati generali della città.

Il masterplan prevede diverse opere: la realizzazione di un ponte pedonale per collegare Villa Glori all'auditorium, l'interramento dei parcheggi tra lo stesso auditorium e lo stadio flaminio e la piantumazione di migliaia di alberi per trasformare l'area in una zona a metà tra un'enorme piazza pedonale e un vero e proprio parco.

Poi, nelle caserme di fronte al Maxxi sarà realizzato un grande hotel, spazi per i laboratori artigianali e una nuova sala polifunzionale da 5.000 posti per l'auditorium già esistente.

L'obiettivo della giunta capitolina (in scadenza però tra pochi mesi) è quello di fare di via Guido Reni «un boulevard senza l'attuale sosta al centro della carreggiata e con un tram per collegare piazza Euclide a piazza Risorgimento che passerà anche sul nuovo Ponte della Musica». Non finisce qui il sogno di Alemanno per quest'area: il museo dedicato allo Sport nell'area del Foro italico con il recupero della Casa delle Armi. «Si terrà un secondo concorso internazionale per il restauro del Flaminio. Sarà restaurato anche il Palazzetto dello sport, divenuto nel frattempo il palazzetto Acea» ha anticipato il sindaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA