archistar

Eisenman debutta in Italia, in cantiere le Residenze Carlo Erba a Milano

Accedi a My

approfondimenti

foto

A Milano, nell'area di Città Studi sono partiti i lavori per la costruzione di un nuovo complesso residenziale firmato da Peter Eisenman. Sarà la prima opera italiana realizzata, firmata dalla star americana, insieme a Degli Esposti Architetti e Guido Zuliani.

L'edificio sostituirà la sede della Zurich Assicurazioni, occupando un intero isolato di forma triangolare sul lato Nord della Piazza Carlo Erba. Il progetto mantiere l'edificio storico dell'inizio Novecento che prospetta sulla piazza (ex edificio Rinascente) e sostituisce con un nuovo volume alto 9 piani il resto dell'immobile.

Distribuzione. Previsto un mix di bilocali, trilocali e plurilocali, dotati di logge e balconi con affaccio sul giardino condominiale e di grandi terrazze ai piani alti. Le residenze dei piani sette, otto e nove sono concepite come ville urbane indipendenti con il proprio giardino pensile dotato di serre e la possibilità di costruire anche alloggi su più livelli.

Materiali. Materiali pregiati verranno usati in tutto l'edificio. L'esterno sarà rivestito con lastre di pietre (travertino e marmo) e all'interno saranno usate pietre naturali per i pavimenti e i rivestimenti, parquet pregiati e tecnologie avanzate. Resta che la flessibilità nella scelta e personalizzazione delle finiture è uno degli obiettivi della progettazione.

Luce. Nel progetto grande importanza è stata data alla luce naturale, garantita grazie alle ampie vetrate, sia negli spazi comuni che nelle unità abitative. A integrazione è previsto un complesso progetto illuminotecnico sia nel rispetto dei requisiti illuminotecnici previsti dalle Norme di riferimento, sia per enfatizzare l'effetto scenografico, sia per valorizzare l'architettura.

Come aveva fatto Hines sempre a Milano, realizzando delle cesate ad hoc per il cantiere di Porta Nuova, anche per le Residenze Carlo Erba la proprietà ha affidato a Daniele Nicolosi 8in arte Bros) di decorare i ponteggi e il cantiere con i suoi caratteristici omini cubici colorati.

Commenta la notizia

DECRETI PA E AMBIENTE
I testi definitivi e le norme per l'edilizia


Il decreto legge Pa (90/2014) è andato in «Gazzetta» (convertito) il 18 agosto, ma sembra già di un altro Governo. La spinta anticorruzione che lo caratterizzava (super-poteri all'Anac di Cantone, commissariamento delle imprese, controlli sulle varianti e sull'Expo, white list antimafia) ha già "cambiato verso" nel decreto Sblocca Italia, che ha invece deroghe e procedure speciali a raffica: trattative private per gli appalti sottosoglia e per le bonifiche, commissario Fs sulla Napoli-Bari, proroghe alle concessioni autostradali, gare a tempi ridotti per Bagnoli.
Nel dossier on line le spiegazioni e i commenti dei nostri esperti su tutte le norme del decreto legge 90 (Pa e anticorruzione) e del Dl 91 (Ambiente e scuole) di interesse per l'edilizia.

Vedi tutti i Dossier Acquista il Dossier Accesso Abbonati

Altri dossier

Materiali e Tecnologia

Crollo dei prezzi di rame, acciaio e cemento, cresce il «fai da te»

La ceramica tiene all'estero, +10% per il mercato del green. Cambia la distribuzione: la merce si salda in anticipo quando è pronta al magazzino

Social Housing

Ancora inattuato il decreto «Lupi»: ancora in attesa di 9 decreti attuativi

A otto mesi dal vari in consiglio dei ministri, è ancora totalmente inattuato il Decreto legge n.47/2014 sull'emergenza abitativa