Progettazione e Architettura

Luisa Fontana: «Modulistica unica per tutto il territorio nazionale, pratiche amministrative per via telematica e niente concorsi inutili»

P.P.

Scrive Luisa Fontana, Fontanatelier

Il rapporto con le PA? Disastroso, se non trovi un RUP preparato e capace che tamponi le carenze intrinseche nella PA! Non possiamo più confidare sul singolo, abbiamo bisogno di organizzazioni che funzionano!

Il rapporto con le normative? Asfissiante! Le norme sono troppe, spesso contrastanti con ampi margini interpretativi che danno adito a denunce, ricorsi etc.. Non possiamo più lavorare con un apparato normativo inadeguato/carente/ contradditorio

Le Soprintendenze? Sorde ad ogni innovazione, barricate dietro al timore di commettere anche la minima imprudenza, hanno consentito che le nostre città si riempissero di falsi storici, impedendo, tranne rare eccezioni, lo sviluppo di un linguaggio contemporaneo.

Quali sono per te le cinque difficoltà più pressanti che richiederebbero una semplificazione?

Le gare di progettazione ! in Italia ogni PA che deve fare un opera pubblica inventa il suo bando e il suo disciplinare con margini interpretativi della norma che spesso conducono a ricorsi, ritardi, procedure di autotutela..etc. In Francia c'è una modulistica unica per tutto il territorio nazionale con procedura di gara in 2 fasi: prima fase selezione su curriculum di 3-5 equipe di progettazione. Seconda fase: presentazione di un preliminare con rimborso spese. Chi vince assume l'incarico. Semplice no?

La informatizzazione delle PA! E' indispensabile il passaggio alla forma telematica di tutte le pratiche amministrative, con possibilità di consultazione/ implementazione/monitoraggio delle pratiche stesse e banche dati.

I pagamenti da parte delle PA! Abbiamo assistito troppo spesso a fallimenti di aziende creditrici nei confronti della PA.

I concorsi di idee! In Italia sono un fallimento visto che solo una percentuale risibile ha un seguito! Inoltre sono un dispendio economico insostenibile! E' necessario sostituirli con concorsi di progettazione con rimborsi spese e impegno di incarico per il vincitore.

Tariffe e gare al massimo ribasso! E' ora di dare dignità ad una professione che dovrebbe contribuire al progresso della società, mentre rischia di trasformare ogni lavoro in una guerra tra poveri, a discapito della qualità, della ricerca, dell'innovazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA