Progettazione e Architettura

Efisio Pitzalis: «L'avvalimento mortifica di fatto il ruolo dell'architetto relegandolo a puro servizio tecnico»

P.P.

Scrive Efisio Pitzalis

I nodi critici che rallentano o gravano sull'attività professionale sono principalmente:

1. La normativa di assegnazione dei lavori secondo la formula del massimo ribasso. Non è pensabile ottenere opere di qualità con ribassi che sfiorano il 50% e oltre

2. L'avere equiparato la figura professionale dell'architetto alla "impresa", con aggravio di procedure burocratiche dispendiose e inutili, tra cui quella dell'"avvalimento" che di fatto mortifica, soprattutto fra i giovani, il ruolo dell'architetto relegandolo a puro servizio tecnico alla mercé di società di capitali che nulla hanno a che fare con la qualità

3. Il gravissimo, drammatico ritardo da parte della P.A. nei pagamenti sia in relazione ai compensi professionali sia in relazione ai S.A.L. per le imprese di costruzioni: in questo modo le imprese si trovano nella impossibilità di programmare o di proseguire i lavori generando il rischi di un fallimento economico

4. L'ostracismo dei servizi tecnici locali nei confronti dei vincitori di gara provenienti da altro territorio per diffidenze, cattiva fede, invidie personali

5. I gravi ritardi da parte delle amministrazioni competenti o delle Soprintendenze per ciò che riguarda pareri, certificazioni o nulla osta per il proseguimento dei lavori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA