Progettazione e Architettura

Il Vodafone Village ottiene la certificazione Leed

Il Vodafone Village, il quartier generale dell'azienda recentemente inaugurato a Milano, ha ottenuto la certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), il sistema più autorevole e diffuso a livello internazionale di misurazione e certificazione della sostenibilità degli edifici. Grazie a questo riconoscimento, il Village e' oggi il più grande edificio certificato a livello italiano.

L'organo non governativo americano U.S. Green Building Council (USGBC) ha infatti attribuito al Vodafone Village la certificazione LEED nella categoria "Commercial Interior".

Il riconoscimento attesta il basso impatto ambientale del complesso, l'elevato livello di efficienza energetica e di comfort degli spazi di lavoro, che si caratterizzano per l'effettivo benessere percepibile da tutti i dipendenti.

Nel processo di certificazione sono stati analizzati in maniera sistematica cinque indicatori caratteristici della certificazione LEED, le cui linee guida erano state adottate già nella fase progettuale del Village.

Il Vodafone Village è la sede centrale di Vodafone Italia, un moderno complesso ecosostenibile di 67.000 metri quadri che ospita a Milano, in via Lorenteggio, circa 3000 dipendenti dell'Azienda. La struttura è stata realizzata con una serie di accorgimenti ispirati alla sostenibilità, così da dimezzarne l'impatto ambientale: dal giardino fotovoltaico di 800 mq, capace di produrre ogni anno piu' di 87 mila Kwh, ad un impianto di trigenerazione da 3.3 Megawatt, ad uno speciale cemento fotocatalitico che permette l'abbattimento degli inquinanti organici e inorganici presenti nell'aria.

Il complesso, realizzato dal Gruppo Carminati, attraverso la societa' Real Estate, sotto la supervisione e il coordinamento generale della Professional Center S.p.A., e' stato progettato dagli architetti Gantes e Morisi della società P.R.P., mentre lo studio Dante O. Benini & Partners Architects ne ha curato gli interni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA