Progettazione e Architettura

Prima e dopo la riforma, ecco cosa cambia

In questa tabella riassuntiva, redatta da Inarcassa, vengono sintetizzate le novità principali della riforma previdenziale per architetti e ingegneri approvata dal ministero del Lavoro. La novità principale è la flessibilità in uscita tra 63 e 70 anni di età (salvo la maturazione degli anni contributivi), con assicurazione di una pensione minima, indipendentemente dai contributi versati (salvo la dimostrazione di un reddito inferiore a una certa soglia).

Guarda la Tabella


© RIPRODUZIONE RISERVATA