Progettazione e Architettura

Padiglione italiano. Arriva il concorso sulla base del concept affidato al regista Balich

Paola Pierotti

">

  • «Abbiamo deciso di lanciare entro il 30 novembre una gara europea per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva del Padiglione Italia che si svilupperà lungo il Cardo». Lo ha annunciato Diana Bracco, commissario generale per il padiglione Italia e presidente di Expo 2015 nel giorno della presentazione ufficiale del concept affidato a Marco Balich, il creativo italiano specializzato in grandi eventi. «Sono onorato - ha detto Balich - che le idee che ho offerto al mio Paese siano state accettate».

    Per Diana Bracco, il padiglione Italia dovrà essere una vera e propria «vetrina del sistema Italia». «Vogliamo - ha proseguito il presidente dell'Expo - che il nostro Padiglione, che si svilupperà su tutto il Cardo, sia un ponte tra le eccellenze italiane e quelle del resto del mondo. I grandi eventi curati da Marco Balich in tanti anni in Italia e all'estero hanno sempre avuto la caratteristica di coniugare valori e contenuti alti con emozioni coinvolgenti per tutti».

    Dunque, nella partita Expo 2015 alla fine ci sarà un concorso (almeno) per il Padiglione italiano, ma il primo concept sarà sviluppato fuori dal mondo dell'architettura e con incarico diretto.

    Il regista di spettacoli Marco Balich è conosciuto in tutto il mondo per aver curato le cerimonie olimpiche di Torino 2006 e Londra 2012, e già incaricato per Rio 2016. Con una corsa a ostacoli, Balich tenta di avviare il miracolo che il commissario Diana Bracco tenterà di concretizzare.

    L'idea creativa alla base del concorso è stata presentata martedì 20 novembre alla Triennale, nell'ambito di un workshop dal titolo «Disegnare l'Italia» dove Balich, il creativo italiano considerato una delle figure più importanti a livello mondiale nella produzione di grandi eventi, ha presentato il concept del Padiglione italiano. «Il nostro compito è proporre contenuti di alta qualità che sappiano comunicare ed emozionare» ha detto sempre il commissario Diana Bracco.

    Secondo le prime indiscrezioni il concorso sarà internazionale, aperto anche ai giovani.

    Consultazione rapida: entro 15 giorni potrebbe essere pronto il programma e si spera di ottenere il preliminare entro il 30 marzo. L'opera vale circa 35 milioni.

    Per l'organizzazione della gara il commissario sta lavorando con il Cna, che attraverso il presidente Freyrie aveva proposto un piano di collaborazione .


    © RIPRODUZIONE RISERVATA