Progettazione e Architettura

Riforma delle professioni, architetti a fianco del Governo contro gli agrotecnici

Gli architetti italiani - spiegano in un comunicato - sono a fianco del governo contro l'iniziativa degli agrotecnici che hanno impugnato al Tar la recente Riforma delle Professioni. In una lettera inviata al Ministro della Giustizia Paola Severino il presidente Leopoldo Freyrie sottolinea che "avendo notizia dell'impugnativa del DPR 137/2012 che è stata proposta dal Consiglio Nazionale degli Agrotecnici con ricorso depositato al TAR Lazio nella giornata del 13 novembre, La informo della nostra volontà di ricorrere ad adiuvandum, nel merito ma anche avverso l'istanza cautelare presentata dagli Agrotecnici."
"Gli architetti italiani, infatti, - continua il testo - considerano l'iniziativa sbagliata nella sostanza e nel metodo: nella sostanza perché il DPR di Riforma delle Professioni è un testo equilibrato ed utile, che ha tenuto conto delle realtà professionali italiane, lasciando il giusto spazio di autoregolamentazione ai Consigli Nazionali, innovando le regole delle professioni, ma mantenendo saldi i principi di salvaguardia costituzionale; nella forma, perché l'Italia ha bisogno di riforme profonde sempre impedite, nell'ultimo ventennio, dalla logica del "nimby" e dell'interesse particolare che vince sul generale".
L'impegno degli architetti italiani è ora quello di sensibilizzare gli altri Consigli Nazionali "per difendere un lavoro lungo e difficile che ha portato buoni risultati, anche grazie alla capacità di ascolto, di giudizio e di decisione del Ministro Severino".


© RIPRODUZIONE RISERVATA