Progettazione e Architettura

Vibo Valentia, concorso di progettazione per rivitalizzare con nuove funzioni il molo del Porto

P.P.

Trentamila euro di primo premio per riprogettare il molo del Porto di Vibo Valentia. L'Azienda Speciale per il Porto di Vibo Valentia (con sede presso la Camera di Commercio) ha indetto un concorso di progettazione per realizzare degli interventi di riqualificazione dell'area muro paraonde denominato Molo Generale Malta e Banchina Cortese. L'Azienda chiede idee e soluzioni per prevedere spazi e strutture organizzate per attivare attività economiche connesse ai settori della nautica da diporto, del turismo, dei servizi balneari, ricreativi, sportivi e del commercio.

E' richiesto un sopralluogo obbligatorio nei giorni 16 novembre e 7 dicembre.

La committenza mette a disposizione un montepremi di 42mila euro, oltre al primo premio saranno assegnati due rimborsi spes da seimila euro al secondo e terzo classificato.

Oggetto della progettazione è un'area che si sviluppa in larghezza per circa 30 metri e in lunghezza per oltre 550. Alcune aree di ormeggio sono usate da parte della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza. Un muro paraonde alto 2,80 m protegge per tutta la sua lunghezza il molo.

Ai progettisti si chiedono idee per implementare funzioni portanti del sistema produttivo portuale di Vibo Marina quali quella diportistica, ricreativa, turistica, promozionale commerciale e di servizi per l'economia del mare. L'Azienda si aspetta di ricevere progetti preliminari «capaci - come si legge nel documento preliminare - di realizzare un'area attrezzata a gestione controllata nella quale tutti i servizi necessari ad elevare la qualità dell'offerta per il turismo nautico e balneare attualmente disaggregata e dispersa sul territorio».

Il termine ultimo per la consegna del materiale è fissato per il 15 gennaio 2013. I materiali del concorso si trovano sul sito della Camera di Commercio di Vibo Valentia (www.vv.camcom.it )


© RIPRODUZIONE RISERVATA